Crolla il reddito delle imprese agricole: solo l’Ungheria peggio dell’Italia

agricoltura generica1
Il 2009 per l’agricoltura e’ stata una vera e propria debacle e ha segnato per i prezzi praticati sui campi uno dei punti piu’ bassi degli ultimi vent’anni. Un crollo di oltre l’11 per cento rispetto al 2008 al quale si e’ contrapposto un aumento dei costi produttivi, contributivi e burocratici che si avvicina al 10 per cento. E cio’ ha determinato una caduta libera per i redditi degli agricoltori che registrano un drammatico meno 25,3 per cento. E, come rilevano gli ultimi dati Eurostat, ormai nell’Unione europea occupiamo un posto di coda. Dietro di noi ci sono soltanto gli ungheresi, con un meno 35,6 per cento. A fornire questo quadro ”estremamente difficile per le imprese” e’ la Cia-Confederazione italiana agricoltori, sulla base dei dati Ismea. Per i prezzi agricoli all’origine e’, secondo la confederazione, ”allarme rosso”. Il trend negativo, sottolinea l’organizzazione, ”ormai prosegue da oltre un anno e sta investendo tutti i comparti produttivi. Le flessioni piu’ accentate si registrano, comunque, per i cereali che registrano un meno 28,2 per cento (con crolli anche del 35-40 per cento per il grano duro), per i vini (meno 19,5 per cento), per la frutta fresca e secca (meno 13,4 per cento), per l’olio d’oliva (meno 13,2 per cento), per il latte (meno 11,4 per cento) e per i suini (meno 6 per cento)”. Situazioni ”difficili” sempre sul fronte dei prezzi, sottolinea la Cia, si hanno anche per i bovini, le cui quotazioni alle origine calano nel 2009 dell’1,5 per cento, e per gli ovicaprini, che segnano una sostanziale stabilita’ nei confronti del 2008. Vanno, invece, controtendenza gli ortaggi, la cui crescita (piu’ 7,9 per cento) viene dopo un periodo di accentuate flessioni, le uova (piu’ 6 per cento).(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.