Crollano i prezzi di pesche e nettarine in Europa


Dopo un avvio promettente per le produzioni precoci e medio precoci, a livello europeo, il comparto delle pesche e nettarine nonostante una regolare produzione, nel mese di agosto ha mostrato forti segni di sofferenza fino ad avvicinare i valori negativi del 2009 che come tutti sanno è stato un anno molto difficile per i produttori.
Areflh, l’assemblea delle regioni europee frutticole, ortofrutticole e floricole, ha portato all’attenzione della Commissione Europea, il problema della volatilità dei prezzi dei prodotti ortofrutticoli altamente deperibili, troppo spesso in balia di un mercato in cui nonostante la qualità della merce, la pressione dei prezzi esercitata sul prodotto in uscita dagli stabilimenti non consente di remunerare sufficientemente i frutticoltori per coprire i costi di produzione. Il presidente del CSO, Paolo Bruni, concorda nel sostenere la posizione di AREFLH sulla prevenzione e gestione delle crisi .
“ I produttori – dichiara Bruni – devono poter disporre di strumenti che consentano in modo celere e flessibile di adeguare la domanda all’offerta attraverso una efficace gestione dei ritiri; gli strumenti e le azioni necessarie – conclude Bruni – devono essere utili soprattutto per assicurare il reddito delle imprese per questo riteniamo indispensabile che la Commissione Europea favorisca una maggiore flessibilità nelle necessarie modifiche dei regolamenti.”

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.