Crollo del Pil in agricoltura – 5%. Più basso della media nazionale

L’agricoltura fa segnare una riduzione stimata del 5 per cento del valore aggiunto reale su base annua per effetto del calo del 3,2 per cento della produzione totale agricola e del crollo dell’11,1 per cento dei prezzi riconosciuti agli agricoltori. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Ismea Ac Nielsen relativi al 2009, in riferimento ai dati Istat sull’andamento del Pil in Italia che nel 2009 fa registrare un calo del 4,9 per cento, il peggiore dal 1980.
Resta dunque ”allarmante” la situazione per il comparto primario a evidenziarlo il presidente nazionale della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi delineando un ”quadro complesso verso il quale bisogna intervenire in maniera realmente concreta”.
In particolare, il 2009 e’ risultato negativo -come sostiene l’Ismea- per il settore del frumento, in forte contrazione sia sul fronte dei prezzi (meno 43 per cento per il duro, meno 35 per cento per il tenero) sia su quello delle produzioni (meno 29 per cento per il duro, meno 24 per cento per il tenero), per effetto dei minori investimenti. Analogamente, la contrazione dei prezzi medi nel settore lattiero caseario (meno 12 per cento) si e’ riflessa in un calo delle consegne di latte e, conseguentemente, in una riduzione di offerta di formaggi (meno 19 per cento) e burro (meno 16 per cento). Tra le produzioni mediterranee, solo gli ortaggi evidenziano una crescita complessiva delle produzioni (piu’ 6 per cento) ed un contestuale aumento dei prezzi medi (piu’ 11 per cento). Consistenti flessioni dei listini, invece, si registrano per il vino (meno 22 per cento), la frutta (meno 13 per cento) e l’olio (meno 15 per cento), che segna anche un calo accentuato in termini di produzione (meno 23 per cento).

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.