Da mucca pazza a mozzarelle blu: un libro su tutti rischi a tavola

Alimenti/ Guariniello:Mozzarelle blu forse anche in altre regioni
Mucca pazza, influenza aviaria, maiali con la diossina, mozzarelle blu, carne di cavallo spacciata per bovina, e domani chissà cosa. Scandali, truffe ed allarmi alimentari si susseguono, accrescendo dubbi e paure dei consumatori e facendo fluttuare i consumi. Al tema della sicurezza alimentare sempre più pressante dedica un libro, ‘Per non scoprirlo mangiando…’ uscito oggi in libreria edito da Instar Libri, Maria Caramelli, direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico di Torino ed uno dei primi veterinari, nel ’91, ad occuparsi della Bse (‘Mucca pazzà). In un centinaio di pagine, l’autrice riassume i principali filoni partendo proprio da ‘Mucca pazza’, “la madre di tutte le epidemie alimentari” e finisce con una serie di consigli e raccomandazioni per limitare i rischi. Tenendo ben presente – fa osservare Maria Caramelli – che “mangiare è un’attività a rischio”. A quanto gli italiani sono consci dei pericoli a tavola, dato che, secondo un sondaggio della Commissione Europea, sono, con i portoghesi, i più preoccupati. “Contrariamente a quanto spesso si dice – scrive Maria Caramelli – molti episodi non sono semplici allarmismi mediatici ed i dati epidemiologici internazionali indicano in modo chiaro che le malattie trasmesse dagli alimenti stanno crescendo in modo esponenziale”. La direttrice dell’Istituto Zooprofilattico di Torino ricorda che, che “ogni anno nei paesi industrializzati una persona su quattro contrae malattie associate agli alimenti ed in Italia il dato dell’Istituto Superiore di Sanità ci parla di oltre 30 mila tossinfezioni alimentari all’anno, ma è verosimile che si tratti solo della punta dell’iceberg”. Nella sicurezza alimentare l’informazione gioca un ruolo chiave, ma è altrettanto importante – si fa notare nel libro – il lavoro, “in Italia particolarmente rigoroso” delle istituzioni preposte al controllo degli alimenti, che conducono ogni giorno una dura battaglia per garantire la nostra sicurezza”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.