Dagli avanzi delle mele nascono scarpe e fazzoletti

mele3Se fino a pochi anni fa gli scarti della lavorazione industriale delle mele venivano smaltiti o, al più, utilizzati per alimentare gli impianti a biogas, oggi possono essere la materia prima per realizzare una serie di prodotti ecosostenibili, dai fazzolettini alle scarpe. L’idea è venuta ad Hannes Parth, che a Bolzano nel 2009 ha fondato un laboratorio di analisi chimiche per vedere cosa era possibile ricavare dagli scarti delle mele, arrivando a creare la ‘cartamela’ e la ‘pellemela’. La sua esperienza sarà tra quelle raccontate a CremonaFiere che quest’anno, a fianco di BioEnergy Italy, lancia due nuovi saloni: la Green Chemistry Conference and Exhibition e la Food Waste Management Conference. Il primo prodotto realizzato da Parth è stato la ‘cartamela’, creata con pura cellulosa arricchita con gli scarti di lavorazione delle mele. Dopo un’iniziale produzione di carta igienica, oggi trova diverse declinazioni, dai rotoli da cucina ai fazzolettini da naso, alle scatole per il packaging. Il laboratorio, che attualmente impiega 30 tonnellate di scarti di mele al mese, è poi passato a sperimentare la ‘pellemela’, destinata alla legatoria, alle calzature e ai rivestimenti di divani e sedie. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.