Dal 2008 le insolvenze nel settore agricolo sono aumentate dell’1,5%

soldi ”Sono aumentate di 1,5 punti percentuali le insolvenze bancarie nel settore agricolo, passando dall’inizio del 2008 al settembre del 2009 dal 5,3% al 6,1%. Ciononostante si tratta di un settore che, a fronte della crisi, ha tenuto meglio di altri”. Lo ha detto il direttore dell’Abi Domenico Santacecca, presentando l’indagine conoscitiva ‘Sullo stato dell’indebitamento delle aziende del settore agricolo’ in un’audizione presso la Commissione agricoltura del Senato. ”A mancare non e’ il credito – ha detto il direttore dell’Abi – ma la domanda da parte delle imprese, diminuita fortemente in questo ultimo anno e mezzo di quasi 2 miliardi di euro, raggiungendo a settembre scorso i 34,4 miliardi”. Secondo Santacecca, tre sono gli elementi di criticita’ che sconta il settore primario: basso grado di patrimonializzazione, scarsa chiarezza tra patrimonio dell’impresa e dell’imprenditore e difficolta’ nella preparazione delle documentazioni richieste dalle banche. Il diretto dell’Abi ha poi posto l’accento sia sui provvedimenti fatti dal Governo sia su quelli dell’Associazione bancaria, in particolare con l’Ismea, per sostenere il settore agricolo. E a questo proposito ha ricordato che si sta lavorando per inserire nell’Avviso comune anche la sospensione per il credito a breve termine a cui ricorrono spesso le aziende agricole, per allungarne la scadenza di 180 giorni. Santececca infine ha respinto le accuse di erigere un muro nei confronti delle imprese. ”Non abbiamo alcun interessa a farlo – ha concluso – ma e’ nell’interesse di tutti dare credito a chi lo merita e non a chi non lo puo’ rimborsare”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.