Dal libro “Fiordamalfi” un sos per la costiera amalfitana

Un sos, un grido d’allarme romanzato sul futuro della costiera amalfitana: questo e’ “Fiordamalfi” (La Lepre Edizioni) della giornalista e scrittrice Flavia Amabile, un libro-denuncia sul rischio di abbandono e degrado di uno dei pezzi di paradiso che costellano la nostra penisola, presentato presso la sede di Confagricoltura, tappa romana del tour “Ripartire dai limoni”. Narrando le vicende di un fotografo che decide di trasferirsi sulla costiera per coltivare limoni, l’autrice ha voluto porre all’attenzione il rischio che l’agricoltura e il territorio vengano abbandonati. “Non si tratta solo di un problema economico o paesaggistico – ha detto l’autrice -. L’agricoltura è un presidio del territorio: se venisse abbandonata aumenterebbe il rischio di dissesto idrogeologico, frane, incendi e altre catastrofi ambientali”. Un rischio piuttosto tangibile: più di 1 terrazzamento di limoni su 2 è abbandonato; 9 agricoltori su 10 (che rappresentano solo il 3% della forza lavoro) hanno più di 45 anni; la produzione è in calo da oltre 30 anni. Questo perchè, ha spiegato Amabile, “coltivare limoni è un costo: un kg viene pagato tra i 40 e i 70 centesimi e un appezzamento medio fattura 1000-1500 euro”. Per porre rimedio a questa emorragia bisogna allora, secondo l’autrice, “ripartire dai limoni, mettere questi prodotti al centro di politiche turistico-commerciali che li rendano remunerativi”. Una proposta condivisa dalla presidente di Agriturist, l’associazione agrituristica di Confagricoltura, Vittoria Brancaccio, essa stessa produttrice in costiera. “Per prima cosa – ha detto – serve un cambiamento culturale, servono nuove idee e proposte. Bisogna creare sinergie con il settore turistico, valorizzare le produzioni di qualità e incentivare il consumo in loco, arma per combattere la forte concorrenza”. Alla presentazione sono intervenuti Secondo Squizzato, presidente della Comunità Montana del Parco dei Monti Lattari e Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.