Dall’Europa primo sì all’etichetta d’origine per tutte le carni. Coldiretti: accelerare i passi


In Europa, sull’etichetta alimentare, l’obbligo di indicare il paese d’origine viene esteso dalla fettina di carne di bovino a quella di suino, di agnello e pollame. Lo hanno deciso i 27 Stati membri dell’Ue, oggi a Bruxelles, approvando il testo di compromesso sulla nuova etichettatura alimentare europea. La decisione, che giunge dopo oltre tre anni di discussioni, punta ad un’etichetta “precisa, chiara e facile da comprendere” in cui il consumatore potrà trovarvi anche i valori energetici e nutrizionali degli alimenti che acquista e l’indicazione di allergeni per chi soffre di intolleranze alimentari. Già entro la fine dell’estate è atteso l’imprimatur formale del Parlamento e del Consiglio Ue. (ANSA).

Coldiretti: adesso velocizzare l’estensione dell’etichetta
“L’estensione dell’obbligo di etichettatura di origine a tutte le carni è un primo importante passo in avanti cha va nella direzione del pressing realizzato dall’Italia”. Lo afferma il presidente di Coldiretti, Sergio Marini. “Tale obbligo – rileva Marini – per quanto attiene l’indicazione del luogo di origine va però al più presto esteso anche alle carni e al latte utilizzati in alimenti trasformati, come prosciutti, salami e formaggi, per i quali è stato invece concordato di posticiparne di tre anni l’eventuale applicazione, in attesa di una valutazione d’impatto da parte della Commissione”. “In Italia – denuncia Marini – la metà delle mozzarelle e tre prosciutto su quattro sono ottenuti da latte e carne di animali allevati all’estero senza alcuna informazione per il consumatore”. Sulla base dell’intesa, alla Commissione europea – conclude Coldiretti – spetta ora il compito di esaminare l’opportunità di estendere un sistema di etichettatura obbligatoria alle seguenti categorie di alimenti: latte, latte impiegato come ingrediente, carne utilizzata come ingrediente, alimenti non trasformati, alimenti mono-ingrediente e ingredienti che rappresentano più del 50% dell’alimento. (ANSA).

Un Commento in “Dall’Europa primo sì all’etichetta d’origine per tutte le carni. Coldiretti: accelerare i passi”

Trackbacks

  1. Etichetta: Avitalia soddisfatta, ma manca la carne di coniglio | SVOOGLE NEWS

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.