Day of Planetaria: una domenica dedicata alle stelle

Domenica 21 marzo torna l’appuntamento con “Day of planetaria”, la giornata dedicata
alle strutture per la didattica e la divulgazione dell’astronomia nel mondo
.
E’ dal 1991 che si organizza nel nostro Paese la “Giornata internazionale in contemporanea nei principali planetari italiani. Si svolge sempre nella domenica precedente o seguente all’equinozio di primavera.
Sotto le cupole dei planetari il pubblico assiste ad una spettacolare proiezione che simula la visione di una notte buia e serena popolata da migliaia di stelle. Un cielo che ormai si ammira soltanto in localita’ molto isolate, prive di inquinamento luminoso.
Lo speaker del planetario indica con una freccia luminosa le posizioni di stelle e costellazioni. Anche il neofita puo’ cosi’ orientarsi nella complicata “geografia” del cielo notturno e riscoprire i movimenti dei corpi celesti che al planetario risultano notevolmente accelerati. La “Giornata dei Planetari” e’ promossa dall’Associazione amici dei planetari (c/o Centro studi e ricerche Serafino Zani, Lumezzane, tel. 030/872164) che ha coinvolto anche i planetari di altri Paesi europei.
La manifestazione si e’ svolta infatti anche in Belgio, Bulgaria, Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Slovacchia e nell’Ucraina. Il carattere internazionale della “Giornata” e’ dal 1997 evidenziato anche da un logo comune adottato dai planetari che aderiscono alla manifestazione. Il logo e’ stato scelto da una giuria internazionale tra le opere che hanno partecipato ad un apposito concorso al quale hanno preso parte autori di quattro diversi Paesi. I membri della giuria, senza conoscere i nomi e la nazionalita’ degli autori, hanno scelto il bozzetto presentato da Genesio Treccani di Lonato perche’ il tratto grafico richiama in modo suggestivo la complessita’ dell’Universo ed evoca con un semplice elemento, la linea curva, l’idea della cupola del planetario.o seguente all’equinozio di primavera.
L’elenco dei “Parchi delle stelle” puo’ essere richiesto all’Osservatorio Serafino Zani al medesimo indirizzo dell’AAP, oppure vi invitiamo a prendere contatto con uno dei parchi naturali della vostra provincia. Il planetario di Crotone si e’ad esempio gemellato con il Parco Nazionale della Calabria. In Emilia Romagna ,per questa XV edizione , per il quarto anno consecutivo anche il planetario del Parco Nazionale aderisce con un ricco programma di attività. La mattina – dalle 11 alle 12, 30 – i partecipanti potranno sperimentare l’utilizzo di alcuni strumenti astronomici per l’osservazione del moto del Sole. Si potranno effettuare misurazioni attraverso l’ombra prodotta da questi.
Si parlerà quindi del moto apparente del Sole sulla volta celeste e di come
questo venisse utilizzato dagli antichi per misurare il tempo. Nel pomeriggio, dalle 17 alle 19, sotto la cupola del planetario, i visitatori verranno accompagnati in un “viaggio” tra le stelle e le costellazioni primaverili visibili alle nostre latitudini. Gli astrofili daranno indicazioni – per esempio – su come è possibile orientarsi nel cielo, identificare con le
principali costellazioni del periodo la stella polare e – attraverso la misura
dell’altezza di quest’ultima – determinare la latitudine del luogo di osservazione. Sarà un incontro utile per il prosieguo all’aperto della serata. Per concludere – dalle ore 21 alle 22, 30 – verrà data la possibilità di soffermarsi “direttamente” sul cielo primaverile: attraverso i telescopi messi a disposizione saranno osservate alcune splendide stelle doppie, la Luna in fase crescente e i pianeti Marte e Saturno.
Il planetario del Parco, a Stia, realizzato dalle Officine Galileo di Firenze, è un modello Galileo III. Piccolo ma molto funzionale, è l’unico in provincia di Arezzo e nel sistema dei parchi nazionali italiani.La struttura riproduce la volta celeste al chiuso di una stanza con il suo apparente moto giornaliero e tutti gli astri che ne sono coinvolti.
Le apparecchiature consentono di osservare il cielo da posizioni diverse sulla Terra, di orientarsi con le stelle e di scoprire gli effetti dei moti del nostro pianeta: quello di rotazione sul proprio asse e quello di rivoluzione attorno al Sole.
Il planetario è insomma un affascinante luogo di “scoperte” per adulti e ragazzi.

2 Commenti in “Day of Planetaria: una domenica dedicata alle stelle”

Trackbacks

  1. diggita.it
  2. www.upnews.it

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.