De Castro: le biotecnologie non sono nuovi organismi, ma solo nuove tecniche

”Le biotecnologie sono delle tecniche che vanno a perfezionare ciò che in natura c’è già, non sono dei nuovi organismi ma solo delle nuove tecniche”. Lo ha detto questa mattina il presidente della Commissione del Parlamento europeo, Paolo De castro, alla conferenza “Agriculturability. Agricoltura e sostenibilità: la sfida di nutrire il pianeta”, organizzato da Nomisma con Basf e Food Trend Foundation. ”Occorre coordinare le politiche globali per trovare una soluzione che deve impegnare tutti per garantire l’alimentazione – ha detto De Castro – facendo più innovazione e meno fondamentalismo”. Sulla stessa lunghezza d’onda il cancelliere della Pontificia Accademia delle scienze, José Manuel Silva Rodriguez Sanchez che, facendo riferimento a leggi protezionistiche e ”ad antichi metodi di produzione, se Italia ed Europa non si aprono al mondo globale rischiano il collasso”. Da qui l’esigenza, per Sanchez, di risolvere la scarsità alimentare ”utilizzando tutti i mezzi che Dio ci ha dato e quindi intelligenza, scienza, ricerca e tecnologia”. Anche per il direttore generale del ministero dell’Ambiente, Corrado Clini, il rischio per l’Europa è quello di ”rimanere fuori da uno sviluppo che cresce e va avanti nel mondo”. Il presidente di Confagricoltura, Federico Vecchioni, non ha nascosto la sua totale apertura all’innovazione, evidenziando come sia fuorviante credere che l’agricoltura di qualità sia antitetica alle nuove tecnologie. Più pacata infine la posizione del presidente del Cogeca, Paolo Bruni, secondo il quale, quando si parla di Ogm, occorre distinguere l’aspetto scientifico da quello delle opportunità e in questo caso l’Italia, fin quando la scienza non stabilirà che non c’è alcun rischio per la salute dell’uomo, deve continuare ad investire nella distintività. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.