Design sempre più verde con l’orto in salotto, le tendenze del Salone del Mobile


Dopo il giardino e il balcone, ora l’orto si porta in salotto, con l’agricoltura diventa l’elemento trendy su cui puntano architettura e design. Decolla il binomio agricoltore-architetto, con progetti di verde non solo più per le aree pubbliche ma per le mura domestiche. E’ la nuova tendenza messa in mostra dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori che, rompendo gli schemi, partecipa al Salone del Mobile in corso a Milano fino al 17 aprile, a conferma che architettura e design puntano sull’agricoltura, fenomeno che vede l’Italia in testa nelle idee e nell’innovazione. Tutto nasce, spiega la Cia, dalla vocazione multifunzionale delle aziende agricole, che ha fatto sì che molti agricoltori potessero accreditarsi per la manutenzione urbana del verde pubblico; una richiesta che rimane alta, grazie alle nuove normative che aprono i battenti agli agricoltori; e in ballo c’è una bella torta, visto che in Italia ci sono circa 8.000 Comuni da ‘curare’. E dal verde pubblico, alle librerie di edera vera, ai giochi d’acqua e ai muri floreali in salotto, il passo è breve. “Sono nate vere partnership tra agricoltori e architetti che lavorano di concerto per offrire soluzioni originali negli spazi all’aperto, ma anche all’interno delle case”, spiega la Cia, soddisfatta di partecipare ad una fiera con i colossi del mobile e dell’alto design, in uno spazio espositivo di 800 metri quadri tappezzato di verde, tra prati, alberi di mele, verde verticale, grano e tecnologie di proiezione interattiva; iniziativa atipica che apre nuovi spiragli di mercato.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.