Dilaga in Gran Bretagna il consumo di olio extravergine

Tra gli inglesi aumenta il consumo e l’apprezzamento per l’olio extravergine di oliva made in Italy. Lo afferma l’osservatorio economico di Unaprol, consorzio olivicolo italiano, che stima intorno ai 200 milioni di euro il mercato del Regno Unito, quinto mercato di sbocco per l’olio italiano da tavola di qualita’. Non solo, Unaprol prevede ”un’ulteriore crescita del mercato pari all’1% calcolata nel quadriennio 2009/2012, dopo quella del 6,3% registrata tra il 2004 e il 2009; un incremento che portera’ il valore del prodotto a sfiorare entro il 2012 i 220 milioni di euro’. ”Nel 2000 a consumare olio extra vergine di oliva era il 35% delle famiglie inglesi – afferma il consorzio – oggi invece, la percentuale supera il 50%”. L’olio di oliva rappresenta il 50% del valore del mercato degli oli in Gran Bretagna (dove non si produce olio extra vergine ma solo oli di semi e grassi di origine animale); di questa quota il 26% e’ rappresentato dagli oli extra vergini di oliva: l’Italia rappresenta complessivamente il 36% del prodotto importato oltre Manica. I dati sono stati presentati oggi a Londra dall’Unaprol nel tracciare un primo bilancio del programma triennale di promozione ‘Olio extra vergine di oliva: alta qualita’ europea’ progetto cofinanziato dalla Ue che ha interessato oltre al Regno Unito, anche Francia e Germania. A consumare frequentemente l’olio extra vergine di oliva, sono cittadini britannico tra 45 e 64 anni, piu’ sensibili agli aspetti salutistici del prodotto. Si consuma piu’ olio extra vergine di oliva a Londra e nel Sud del Paese, meno in Scozia e Galles. Il progetto del consorzio olivicolo italiano ‘Olio extra vergine di oliva: alta qualita’ europea’. iniziato nel 2009, e’ stato cofinanziato da Unione Europea e ministero delle Politiche Agricole e ha interessato anche i mercati di Francia e Germania con l’obiettivo di incrementare il consumo di olio di oliva extra vergine e fidelizzare le fasce piu’ giovani della popolazione di questi tre Paesi che rappresentano appunto i nuovi consumatori. I dati sul consumo alimentare di olio di oliva in generale, rielaborati da Unaprol, evidenziano che il 46% dei consumatori del Regno Unito presta poca attenzione alla qualita’ del prodotto e molta attenzione, invece, al prezzo; il 24% dei consumatori sceglie al supermercato prodotti freschi e di qualita’, il 16% acquista prodotti freschi solo in negozi di piccole dimensioni e una nicchia del 14% acquista, invece, solo prodotti qualitativamente elevati, freschi e genuini. C’e’ poi una piccola percentuale di vendite al dettaglio concentrata presso piccoli rivenditori indipendenti; mentre il 12,3% del mercato dell’olio di oliva in generale importato viene assorbito da alberghi e ristoranti. ”L’esperienza maturata in questi tre anni di promozione e di informazione del consumo consapevole dell’olio extra vergine di oliva di alta qualita’ europea, conferma che le campagne promozionali sono uno strumento utile per aumentare la conoscenza del prodotto di qualita”’ ha detto il presidente di Unaprol Massimo Gargano, ”I dati ci dicono che i consumi di olio extra vergine di oliva sono in aumento in Gran Bretagna e questo – ha aggiunto – e’ uno degli obiettivi che avevamo deciso di raggiungere: far aumentare la domanda di olio extra vergine di oliva garantito dalla qualita’ e dalla tracciabilita’ europea, che nel Regno Unito rappresenta oltre un quarto del consumo di oli in generale”. ”Quello del Regno Unito – ha concluso Gargano – resta un mercato importante che deve, pero’, essere presidiato”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.