Diossina: cresce l’export bio in Germania, uova +70%

Lo scandalo dei mangimi convenzionali tedeschi alla diossina sta determinando un significativo aumento dei consumi di prodotti biologici in Germania e cresce anche la domanda dell’import bio dall’Italia. Lo afferma FederBio, nel rilevare che l’esportazione di uova biologiche dall’Italia – leader in Europa per la produzione – e’ cresciuta nelle ultime settimane di oltre il 70%. La situazione del mercato tedesco, dunque, sta determinando una ricaduta positiva sul settore bio italiano.”La reazione dei consumatori in Germania – da sempre maggior mercato estero per le produzioni alimentari italiane, non solo biologiche – allo scandalo diossina sta comportando una crescita importante degli acquisti di prodotti biologici – commenta Paolo Carnemolla, presidente di FederBio – Il settore sta rispondendo con efficienza a questo aumento della domanda, con la sola eccezione del comparto avicolo: in questi anni la zootecnia biologica in Italia e’ stata penalizzata da scelte ideologiche sul versante normativo e dalla totale assenza di una strategia di crescita nell’ambito dei piani di sviluppo rurale regionali”. ”Da tempo FederBio – prosegue Carnemolla – chiede al Ministero e alle Regioni di condividere un piano d’azione dedicato alla zootecnia biologica. Quello che sta accadendo in Germania, dimostra come ci siano molte opportunita’ non solo per le imprese gia’ certificate bio, ma anche per i comparti oggi in crisi, come quello dei suini, che potrebbero avviare la riconversione produttiva”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.