Diossina: partito nel reggiano il monitoraggio sulle uova

Il Servizio veterinario dell’Ausl di Reggio Emilia ha iniziato il prelievo di uova in pollai rurali e, in caso sia presente un allevamento di bovini da latte, anche del latte nei sette Comuni di Reggio Emilia rivieraschi del Po, al fine di fare un monitoraggio per verificare l’esistenza di inquinamento ambientale da parte delle sostanze ricercate: diossina, Pcb e Pcb diossina simile. Lo ha comunicato la stessa Ausl. L’obiettivo e’ ”acquisire informazioni su una popolazione senza esaminare tutte le unita’ statistiche che la compongono, ma rilevando invece la sostanza o le sostanze inquinanti in una parte di questa popolazione”. Per il campione da esaminare, l’Ausl ha scelto uova di galline presenti da almeno un anno, alimentate con mangime prevalentemente locale, tenute in pollai e adiacenze annesse non inquinati da carente o non corretta gestione del privato. Le modalita’ del programma di monitoraggio sono state condivise con l’Assessorato politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna e con l’Istituto zooprofilattico. I 14 campioni e quindi i 14 pollai da campionare testimonieranno, in caso di positivita’ alle ricerche disposte, una presenza di almeno il 20% di pollai rurali interessati dagli inquinanti ricercati. L’attivita’ di prelievo terminera’ entro la meta’ del mese di marzo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.