Dissesto suolo: Galletti, oltre 20 mld stima Regioni per opere

frana gaggio
Ammonta a circa 20,3 miliardi di euro la stima dell’insieme degli interventi contro il dissesto idrogeologico indicati dalle Regioni nell’ambito del Piano Operativo Nazionale per il periodo 2014-2020 avviato dal ministero dell’Ambiente, insieme alla Struttura di missione di palazzo Chigi. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti rispondendo al question time alla Camera precisando che rispetto a questa stima complessiva l’importo delle richieste validate dalle Regioni ammonta a circa a 17,5 miliardi di euro. Galletti ha ricordato che i presidenti di Regione sono subentrati alle precedenti gestioni commissariali con poteri ampliati e rafforzati per accelerare e semplificare sia la fase di progettazione che quella di autorizzazione ed esecuzione. Inoltre, il ministro ha rilevato che si è voluto recuperare il ruolo fondamentale svolto dalle Autorità di bacino nell’attività di pianificazione e di individuazione degli interventi, chiamandole a esprimersi sulla tipologia e localizzazione del dissesto e sull’effettiva relazione fra intervento proposto e recupero dell’assetto idromorfologico dell’area. Il ministero ha approvato, in coordinamento con le regioni, lo scorso 3 marzo, i due nuovi masterplan di riferimento in materia di acqua e di gestione del rischio di alluvioni, coordinati a livello di distretto idrografico, espressamente richiesti dalle normative comunitarie. Con specifico riferimento alla pulizia degli alvei dei fiumi e dei torrenti dai tronchi d’albero o altro materiale vegetale, Galletti ha ricordato che si tratta di un’attività di competenza regionale. La questione della sabbia e della ghiaia trascinate dalla corrente, nel “Collegato ambientale” è stata affrontata con una norma specifica, che prevede che le Autorità di bacino predispongano il programma di gestione dei sedimenti a livello di bacino idrografico. Tali attività strategiche nel settore della manutenzione e della pulizia degli alvei dei fiumi, ha detto Galletti, devono fondarsi su un quadro conoscitivo aggiornato rappresentato dai Piani di gestione e dalle loro attuazioni a livello territoriale. Solo su queste basi sarà, d’ora in avanti, possibile fondare una rinnovata azione di manutenzione del territorio italiano e programmare gli interventi manutentivi necessari.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.