Domani si celebra l’Espresso Italiano Day e il caffè è un piacere a cui non si rinuncia


Alla tazzina di caffè non si rinuncia neanche in tempi di crisi. Nel 2009 i consumi di caffè in Italia, secondo dati anticipati dall’Ansa, sono aumentati del 2,7%. Dalla sveglia al dopocena, il caffè è insostituibile compagno di giornata degli italiani e non risulta ingombrante sul prezzo visto che prenderlo al bar costa meno di un euro. Per quanto riguarda i bar, il classico caffe’ espresso e’ sempre il piu’ richiesto. Cresce comunque il decaffeinato che gia’ lo scorso anno rappresentava il 5% dei consumi globali, mentre l’orzo, dopo un transitorio boom nel 2005-2006, e’ in discesa. Quanto ai caffe’ cosiddetti speciali, con panna, crema e quant’altro, restano un fenomeno di nicchia e incontrano soprattutto le preferenze femminili. Domani il caffe’ si celebra in tutti i suoi aromi con l’Espresso Italiano Day, iniziativa lanciata lo scorso anno dall’Istituto nazionale espresso italiano (Inei) ”per diffondere – spiega il presidente Gianluigi Sora – l’immagine di questo patrimonio nazionale che vorremmo fosse anche tutelato da una denominazione protetta”. Nei bar e ristoranti italiani saranno distribuiti oltre 200.000 vademecum dell’Istituto Nazionale Espresso Italiano ”per imparare a riconoscere l’espresso e i cappuccini perfetti”. Nel vademecum, spiega Sora, si descrive il modo per riproporre quella ”formula perfetta” che e’ l’espresso italiano, e ”che si fonda su un disciplinare tecnico unito a quello che ha decretato il gusto del consumatore”. La regola d’oro sottolineata nel vademecum e’ comunque quella di impiegare per ogni tazzina 25 millilitri di caffe’ con un tempo di estrazione di 25 secondi. ”Fare un espresso perfetto – osserva Sora – e’ la cosa piu’ facile del mondo: basta avere attrezzature in buono stato, buone miscele e un minimo di professionalita”’. Proprio per formare barmen professionisti del caffe’, Inei assieme a Iiac, l’Istituto internazionale assaggiatori del caffe’, organizza corsi di formazione strutturati su vari livelli. ”Lo scorso anno ne abbiamo fatti 300 – sottolinea Sora – e hanno avuto tutti una gran partecipazione”. Il vero espresso e’ sicuramente italiano e ce ne rendiamo conto quando andiamo all’estero. Ma perche’ – chiediamo a Sora – all’estero non riescono a fare un espresso altrettanto buono? ”E’ una questione di cultura – ci risponde – Anche se negli altri Paesi apprezzano l’espresso e il cappuccino, non sono in grado di replicarlo”.
(di Cristina Latessa) (ANSA)
foto tratta da http://it.fotolia.com/id/17853536

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.