Dop e Igp: Nomisma, accordo su Pac utile ma non risolutivo

prosciutto 1L’accordo politico raggiunto sulla politica agricola comune, che ha introdotto la programmazione produttiva per i prosciutti dop, è “uno strumento utile per i consorzi di tutela dei prosciutti italiani, anche se non è risolutivo di tutti i problemi dovuti soprattutto alla contraffazione. Lo rivela un’analisi di Nomisma. Il riconoscimento di dop e igp negli ultimi anni ha modificato la fisionomia dell’agricoltura europea: in appena dodici anni si è passati da poco più di 600 prodotti Dop e Igp ad oltre 1.100, arrivando a generare un fatturato a livello europeo di quasi 16 miliardi di euro. In questa “gara alla registrazione” l’Italia ha corso più velocemente di tutti, portando ad iscrivere oggi nel registro comunitario più di 250 prodotti. L’incremento non è solo sulla carta: oggi queste denominazioni esprimono un valore alla produzione di circa 6,5 miliardi di euro contro i 3,8 miliardi di inizio secolo e possono vantare una compagine di 6.800 imprese di trasformazione contro le 3.200 del 2000 nonché un export di 1,9 miliardi contro i 950 milioni dello stesso anno. “I prodotti dop e igp italiani – dice Denis Pantini, responsabile agroalimentare di Nomisma – trovano spesso barriere all’entrata nei mercati extra-UE determinate da marchi commerciali registrati ed evocativi della denominazione. I mercati Ue pesano per quasi il 33% sul valore dell’export dei prodotti dop e igp italiani. Per questo si sta riconsiderando l’ipotesi della ‘short list’ da inserire in appositi accordi bilaterali”. Sempre per Pantini, “questa non è una cattiva idea visto che i dop e gli igp italiani che vantano un export extra Ue superiore al 5% del proprio fatturato (e per un valore “significativo” e cioè superiore ai 10 milioni) ammontano a una decina”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.