Dop e Igp: il 2009 chiude in bellezza

dop e igp Sono state ben 19 le specialità che nel corso del 2009 hanno ottenuto il riconoscimento ufficiale dell’Unione Europea: nove DOP (Denominazione d’Origine Protetta) e dieci IGP (Indicazione Geografica Protetta) ai quali si aggiunge il marchio STG (Specialità Tradizionale Garantita) attribuito alla Pizza Napoletana.
L’Italia raggiunge così quota 193, seguita ormai a distanza dalla Francia, ferma a 167, e dalla Spagna con 126, rappresentando più del 22% degli 873 prodotti certificati dall’UE.
Particolarmente soddisfatta Agriturist la cui presidente Vittoria Brancaccio sottolinea come il sistema dei riconoscimenti DOP e IGP sia un contributo molto importante dell’agricoltura allo sviluppo del turismo.
Particolarmente feconda di risultati – prosegue Agriturist – l’ultima parte dell’anno: dalla fine di ottobre, hanno ottenuto la certificazione UE undici nuove specialità, cinque DOP e sei IGP. In evidenza si è messo soprattutto il Veneto, con l’ Aglio Bianco Polesano DOP, l’Insalata di Lusia IGP, il Marrone di Combai IGP, i Marroni del Monfenera IGP, il Riso del Delta del Po IGP (condiviso con l’Emilia Romagna). Segue l’Emilia Romagna che, oltre al Riso del Delta del Po, presenta le Amarene Brusche di Modena IGP e il Formaggio di Fossa di Sogliano DOP (condiviso con le Marche). Completano il quadro, con un riconoscimento ciascuna: il Piemonte, con il prosciutto Crudo di Cuneo DOP; la Toscana, con il Marrone di Caprese Michelangelo DOP; la Campania, con il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP; e la Sicilia, con il Limone Interdonato di Messina IGP. A completare il quadro dei 19 riconoscimenti ottenuti nel 2009 altri otto prodotti: tre del Lazio (Abbacchio Romano IGP, Castagna di Vallerano DOP, Nocciola Romana DOP) e uno ciascuna per le regioni: Veneto (Radicchio di Verona IGP), Emilia Romagna (Aceto Balsamico di Modena IGP), Marche (Ciauscolo IGP), Sicilia (Pagnotta del Dittaino DOP) e Sardegna (Zafferano di Sardegna DOP).
Vetrina ideale per presentare i prodotti tipici del territorio – secondo Agriturist – è proprio la ristorazione agrituristica. Per il Cenone di Capodanno, le aziende associate ad Agriturist sono state, come di consueto per l’occasione, sollecitate a proporre agli ospiti piatti preparati con i prodotti riconosciuti DOP e IGP, evidenziandone chiaramente la presenza nei menu.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.