Dopo il gelo arriva l’anticipo di primavera. Coldiretti, lo sbalzo “inganna” le piante


Il tepore primaverile previsto per i prossimi giorni è una minaccia per le piante di albicocco, ciliegio, susino e pesco, ma anche di pero e di melo. La Coldiretti afferma che, con l’arrivo anticipato della primavera, il rapido innalzamento delle temperature “inganna” gli alberi e risveglia gemme che non sarebbero in grado di resistere al ritorno del clima invernale. “Il rischio – afferma la Coldiretti – è un crollo delle fioriture e quindi della produzione dei frutti nella prossima primavera-estate che farebbe ulteriormente aumentare il conto dei danni provocato dall”andamento climatico anomalo del 2012 al settore agricolo”. “In soli 15 giorni – conclude la Coldiretti – il maltempo con neve e gelo ha provocato danni alle aziende agricole per un importo stimato in 300 milioni di euro tra perdita di prodotto e danni strutturali a serre, stalle ed edifici rurali”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.