Dopo il grande caldo i temporali. Coldiretti chiede lo stato di calamità

La Coldiretti chiede lo stato di calamità per i danni causati dal maltempo alle campagne nel Nord Italia. Temporali e violente grandinate, spiega la Coldiretti sulla base di un monitoraggio condotto sulle aree colpite, si sono abbattuti su vigneti, frutteti, coltivazioni di mais e soia e ottaggi, senza risparmiare serre e strutture agricole. I danni, secondo la Coldiretti, ammontano a milioni di euro. Se in Trentino una devastante grandinata ha compromesso il raccolto di mele e uva da vino con danni che in alcune zone, come la Vallagarina arrivano al 90%, in Lombardia particolarmente grave è la situazione nella fascia prealpina tra Varese, Como e Lecco, dove uno tsunami di grandine ha sventrato le serre, distrutto i raccolti e spezzato le piante, mettendo gli agricoltori in ginocchio. In Lombardia, conclude la Coldiretti, si contano danni alle coltivazioni di mais, mirtilli e lamponi, ma anche a prati, erba medica, piante nei vivai; non sini stati risparmiati nemmeno gli animali in molti casi colpiti da fulmini.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.