E’ al Sud il 44% delle imprese agricole condotte da donne

agricoltura generica4 Sono imprenditrici competitive, attente all’evoluzione del mercato, alla qualita’ e pronte ad ampliare le proprie superfici, anche se vanno superati i molti problemi che ancora impediscono all’imprenditoria ‘rosa’ di svilupparsi. E’ quanto sottolinea la Cia e l’associazione Donne in Campo in occasione della consegna presso il Mipaaf del ”Premio De@Terra” destinato alle imprenditrici agricole. Secondo Cia e Donne in Campo, le conduzioni ‘rosa’, nell’ultimo decennio, si sono ridotte di 1.000 unita’ nelle aziende inferiori ai 5 ettari, mentre sono cresciute di 14 mila unita’ (+16,4%) in quelle di maggiori dimensioni. E si riscontra un aumento (8 mila unita’) sia nella conduzione diretta che in quella con salariati (7 mila unita’). Le donne conduttrici -rilevano Cia e Donne in Campo- non solo non sono diminuite, bensi’ hanno anche aumentato l’impegno dedicato all’azienda nell’ambito di una ristrutturazione e riconversione delle loro unita’ produttive, quale risposta alla crescente competizione sui mercati. Rispetto a dieci anni fa, e’ generalmente migliorato il livello di istruzione delle donne imprenditrici agricole: le donne capo azienda laureate sono passate da 15 a 35 mila, con un incremento di 20 mila unita’. Secondo Cia e Donne in Campo, la maggior parte delle imprese agricole condotte da donne si trova nel Mezzogiorno (44% del totale), segue il Nord (32%) e il Centro (24%). Le aziende agricole ”rosa”, secondo Cia e Donne in Campo, salgono in modo importante specialmente in attivita’ innovative, come ad esempio nell’agriturismo, le cui imprese per il 35% del totale sono condotte da imprenditrici. Ma crescite significative si sono registrate negli ultimi anni anche nel settore biologico, nelle produzioni di ‘nicchia’ Dop e Igp, nell’ortofrutta e nella vitivinicoltura.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.