E’ diminuita del 10% la produzione di castagne ma l’Italia rimane leader in Europa

castagne2 Nonostante il calo stimato del 10% la produzione nazionale di castagne dovrebbe raggiungere i 45 mila tonnellate, che consentono all’Italia di mantenere leadership nella produzione in Europa e il quarto posto a livello mondiale dopo Cina, Corea del Sud e Turchia. E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che la produzione del frutto piu’ rappresentativo dell’autunno e’ di alta qualita’ a prezzi sostanzialmente stabili. Il primato italiano sul piano qualitativo e’ confermato – sottolinea l’organizzazione – dalla presenza di ben nove tipi di castagne che hanno ottenuto il riconoscimento europeo. Quattro si trovano in Toscana, due in Campania, e una rispettivamente in Emilia Romagna, in Piemonte e nel Lazio. Oltre un terzo della produzione nazionale – continua la Coldiretti – arriva dalla Campania e a seguire da Toscana, Lazio, Calabria e Piemonte che rappresentano le principali Regioni produttrici, ma la diffusione di quello che Giovanni Pascoli definiva ‘l’italico albero del pane’ si e’ ridimensionata nel tempo con la massima produzione conseguita in Italia che e’ stata registrata nel 1911 con 829.000 tonnellate di castagne prodotte su 650.000 ettari. I prezzi di vendita al consumo, conclude infine Coldiretti, variano sui circa 6 euro al chilo anche se possono raggiungere valori maggiori per le specialita’ garantite dal riconoscimento.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.