Barilla e Plasmon in guerra per una pubblicità

Guerra tra i giganti alimentari Barilla e Plasmon sulla pastina per i più piccoli. Una pubblicità comparativa sul prodotto per l’infanzia pubblicata su quotidiani da parte della Plasmon manda su tutte le furie l’azienda del ‘Mulino bianco’. “Azione grave, sleale, contraria a tutti i principi di un’informazione chiara, contraria alla sana concorrenza ed etica comportamentale” tuona la Barilla puntando il dito contro una pubblicità avente per oggetto i ‘piccolini Barilla’, pastina destinata ai palati dei più piccini. Il fatto è che la Plasmon la affianca a un proprio prodotto, con sotto la specifica: ‘Pasta per i bambini’, e ‘pasta per gli adulti’ riferita al prodotto della concorrenza. La cosa non è piaciuta affatto al colosso di Parma che definisce la comunicazione “illegale: nessuno dei prodotti Barilla è rivolto specificatamente ai bambini da 0 a 3 anni; per questo motivo è assolutamente scorretto e ingannevole confrontare pasta per bambini per l’infanzia con pasta che è destinata a uso corrente per tutta la famiglia”. Pronta replica della Plasmon: la nostra pubblicità è basata su informazioni “vere, verificabili, complete e basate su dati analitici incontrovertibili. La normativa sugli alimenti per l’infanzia 0-3 anni impone limiti molto restrittivi per quanto riguarda la presenza di micotossine, metalli pesanti e pesticidi, distinguendo in modo netto tra baby food e alimenti per adulti. Solo i prodotti specificamente dedicati ai bambini di età compresa tra 0 e 3 anni sono formulati in conformità alle norme applicabili a questa delicata fascia di consumatori e rispettano i limiti per i bambini”. “Nulla di tutto questo – precisa ancora Plasmon – è garantito dalle paste alimentari e dai biscotti destinati all’alimentazione dell’adulto. La campagna avviata da Plasmon è educativa e ha lo scopo di informare e chiarire che fino a 3 anni d’età i piccoli debbono alimentarsi”. Controreplica la Barilla: “La fiducia che tantissime mamme ci accordano ogni giorno da oltre 130 anni è la diretta dimostrazione che le loro scelte sono fatte con consapevolezza e conoscenza della qualità dei prodotti Barilla. Una pubblicità comparativa scorretta e ingannevole non aiuta a decidere quali prodotti arrivano sulle tavole delle persone, tantomeno una comparativa ingannevole, scorretta ed eticamente biasimevole”. Insomma la guerra continua, questa volta nelle aule dei tribunali.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.