E’ in arrivo l’ok per l’aumento delle aflatossine nella frutta secca

nocciole 3 E’ in arrivo il via libera di fatto del Consiglio Ue alla proposta della Commissione europea di aumentare la concentrazione di una tossina potenzialmente cancerogena nella frutta secca. Si tratta delle aflatossine: ossia tossine prodotte da alcuni tipi di muffe che possono essere presenti in arachidi, nocciole, mandorle, pistacchi, ma anche nel granoturco, riso, fichi, oli vegetali grezzi e semi di cacao. Domani infatti, il Comitato dei Rappresentanti permanenti dei 27 Stati membri presso l’Ue decidera’ che il Consiglio dei ministri Ue non fara’ opposizione all’innalzamento – nella maggioranza dei casi al raddoppio – dei limiti attualmente in vigore in Europa. Una decisione che ha anche un forte impatto economico in quanto, innalzando la soglia sanitaria, si apre maggiormente il mercato europeo alle importazioni dai paesi emergenti o in via di sviluppo dove insufficienti tecniche di raccolta e di stoccaggio permettono la crescita di quelle tossine. Attualmente L’Europa autorizza per mandorle, nocciole e pistacchi pronti al consumo la presenza di 4 nanogrammi per kg di aflatossine totali. Nel 2008 pero’ il Codex Alimentarius ha deciso di portare il livello massimo a 10 nanogrammi per kg e Bruxelles, con l’accordo di un maggioranza di paesi membri, ha deciso di adeguarsi. Il nuovo progetto di regolamento della Commissione europea, di cui l’ANSA ha avuto visione, riporta i singoli incrementi autorizzati per tipo di prodotto: dalle noci del Brasile alle arachidi e determinati semi oleosi, fino a cereali e prodotti derivati dai cereali. L’ultima parola spettera’ pero’ al Parlamento europeo che avra’ tre mesi per pronunciarsi. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.