E’ ortomania e l’insalata si coltiva anche in terrazzo

Peperoni e insalate in mostra come un quadro e pronti da mangiare. L”ortomania’ dai balconi di casa e dagli spazi di quartiere dove attira sempre di piu’ studenti e pensionati si e’ spostata nelle mura di casa e anche in salotto si puo’ allestire un succulento orto verticale dove far crescere su un pannello assorbente prezzemolo o rosmarino, ceci o fragole. L’orto che si appende al muro e’ l’ultima frontiera della passione della zolla che contagia un italiano su quattro, secondo gli ultimi dati Istat. Nella sola Lombardia, stima Coldiretti, sono un milione i terrazzi curati dal volenteroso esercito dei contadini metropolitani. ”In Italia – osserva la Cia-Confederazione italiana agricoltori – le case piu’ trendy del momento accolgono molto verde. Sono nate vere e proprie partnership tra agricoltori e architetti”. ”Se gli orti a parete sono la novità del momento – dice Coldiretti – quella dei giardini verticali sui muri degli edifici sta diventando una tendenza consolidata: i primi esempi sono stati in Francia ma adesso si possono vedere anche in alcune città italiane”. ”L’orto urbano, dentro o fuori casa, nelle piazze, nei cortili, ma anche nelle carceri o nelle abbazie e’ proprio di tendenza – afferma l’agronomo Andrea D’Angelo, responsabile di VerdeMaVerde Giardini – Uno dei progetti piu’ validi in questo ambito sono gli orti e i vivai dei carceri di Opera e di Bollate, che permettono ai detenuti di lavorare all’area aperta, imparare un mestiere e recuperare un rapporto sano con la natura, la cura dell’orto e’ infatti uno stile di vita, che richiede tempo e attenzione, ma dà molto”. Ne è convinta anche la Fao, che finanzia migliaia di orti didattici in più di 30 paesi. E’ in crescita anche il numero delle aziende che realizzano orti per i loro dipendenti. ”Siamo pero’ in ritardo rispetto agli Stati Uniti – osserva D’Angelo – e iniziano a mostrare interesse soprattutto le multinazionali. Ci sono richieste anche da qualche gruppo di acquisto solidale, che chiede consigli per realizzare in prima persona produzioni sane, economiche e sostenibili. Ancora, pero’, i piu’ grandi appassionati di ortocultura da noi sono i pensionati”. L’interesse per gli orti urbani porta anche a progetti di valore storico e sociale come la coltivazione di varieta’ autoctone che fanno parte della storia e della cultura alimentare di un territorio. Ne’ e’ emblematico esempio il ‘Potager Royal’ che ha aperto oggi i battenti a Torino nei Giardini della Venaria, con 10 ettari di orti e frutteti coltivati secondo la tradizione storica piemontese. Sempre oggi, nell’ambito del Progetto Nazionale Orti Urbani promosso da Italia Nostra, Coldiretti, Campagna Amica ed Anci, si inaugura l’orto urbano realizzato all’interno del monastero dell’abbazia benedettina di San Pietro ad Assisi. (di Cristina Latessa) (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.