E-commerce alimentare +30% in 2015 ma occhio frodi

tastieraLa tavola degli italiani si fa sempre più web, con acquisti alimentari on line aumentati del 30% nel 2015 per un totale di 460 milioni di euro, e questo grazie anche a Expo. Tra vino, olio e formaggi comperati con un click, il settore alimentare ha messo a segno la percentuale più alta di crescita insieme all’editoria a pari percentuale, precedendo informatica (+21%) e abbigliamento (+19%). E’ quanto è emerso da un sondaggio online Movimento del cittadino-Frodialimentari in collaborazione con il Corpo forestale dello Stato, che affronta anche il tema delle finte recensioni on line dei ristoranti che possono tradursi in una forma di nuovo ‘pizzo’. Molti clienti, infatti, chiedono lo sconto sotto l’alternativa di rifarsi con una cattiva recensione. Questo strumento è usato sempre di più per scegliere le strutture ma, secondo il rapporto, il 34% dei recensori ammette di non dire il vero. La nuova frontiera di spesa sul web, utilizzata da 18 milioni di italiani, aggiunge il rapporto, non manca peraltro di insidie per i consumatori, visto che il 43% risulta essere stato oggetto di frodi, il 3% in più rispetto allo scorso anno. I prodotti più richiesti in rete sono quelli della tradizione (12%), gli ‘introvabili’ (2%) e poi quelli di pregio a prezzo più vantaggioso (3%). Tra le frodi più frequenti, il 34% degli intervistati ha denunciato di ricevere un prodotto diverso da quello acquistato, il 21% scaduto o rovinato e il 12% di non aver ricevuto niente. Se lo scorso anno erano i formaggi i prodotti più oggetto di frode, nel 2015 sono salse e confetture (39%), seguite dall’olio (16%) e salumi (11%). Secondo il rapporto, il 51% dei più importanti portali di e-commerce non rispetta le norme europee di tutela del consumatore, dove la mancanza più grave è nelle etichettature non complete e che non indicano gli allergeni. Tutelare il consumatore ‘digitale’, secondo Mdc, è una priorità al quale occorre garantire trasparenza e informazione per superare quel gap informativo che lo pone in una situazione di svantaggio nei casi dei contratti a distanza come l’e-commerce. E contro le truffe on line si stanno concentrando le strategie di tutte le forze di polizia, in prima battuta la Forestale che ha promosso la costituzione in ambito Interpol di una rete costituita da 29 Paesi, sinergia operativa per la prevenzione e la repressione di questo tipo di reati. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.