E’ scomparso Giuseppe Politi, sognava l’unità del mondo agricolo

Politi“Con Giuseppe Politi perdiamo un uomo che ha segnato in maniera tangibile l’agricoltura italiana ed europea degli ultimi dieci anni. Aveva un sogno: realizzare l’unità della rappresentanza agricola nel nostro Paese. La Confederazione tutta, dirigenti, funzionari ed iscritti, piange una grande persona, un grande presidente ed io un grande amico”. Con queste parole l’attuale presidente nazionale della Cia-Confederazione italiana agricoltori, Dino Scanavino dà notizia della prematura scomparsa di Giuseppe Politi. Nato a San Pietro in Lama nel 1950, Politi è stato presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori dal 2004 al febbraio del 2014. Il suo è stato un impegno costante e incisivo teso a tutelare i redditi degli agricoltori, a valorizzare il ruolo dell’impresa agricola nel contesto economico e produttivo, ma anche per far crescere il settore e con esso l’intero sistema agroalimentare.
“A Politi – riciorda Scanavino – vanno riconosciuti, in particolare, due grandi meriti: l’autoriforma della Confederazione italiana agricoltori, che ha portato gli imprenditori agricoli alla guida dell’Organizzazione, e la nascita di Agrinsieme, il coordinamento tra Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative italiane dell’agroalimentare”.
“Se c’era qualcuno che più di altri credeva nell’unità del mondo agricolo quello era Giuseppe Politi, una figura che ricordo con sincera commozione” – sono le parole di Antonio Dosi, vice presidente nazionale della Cia – A lui va inoltre il merito, tra le numerose intuizioni, di aver accompagnato all’autoriforma la Cia, portando gli imprenditori agricoli alla guida dell’Organizzazione”.
“La scomparsa di Giuseppe Politi mi addolora moltissimo. Perdo un grande amico con cui ho lavorato in piena sintonia, un galantuomo che si è sempre impegnato per rilanciare l’agricoltura italiana”. Lo ha detto il presidente di Confagricoltura Mario Guidi, apprendendo la notizia della scomparsa dell’ex presidente di Cia.
“Peppino – ha proseguito il presidente di Confagricoltura – è stato un acuto protagonista e sostenitore del cambiamento del settore primario, del dialogo ed un grande sostenitore del coordinamento Agrinsieme, di cui è stato primo presidente. Ha sempre creduto nel dialogo, nella partecipazione”. Ha concluso Guidi: “Mi stringo alla famiglia Politi, alla Cia ed al suo presidente Scanavino, esprimendo il più vivo cordoglio personale e della Giunta di Confagricoltura”.
“Un uomo generoso, che con il suo lavoro ha sempre contribuito a trovare le giuste soluzioni nell’interesse di tutto il mondo agricolo”. Con queste parole Paolo De Castro, coordinatore S&D della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo, ricorda Giuseppe Politi, “Perdiamo un amico a cui dobbiamo molto, un uomo con una visione di grande prospettiva che si è battuto per gli agricoltori italiani con impegno e dedizione esemplari”.
«Esprimiamo profondo cordoglio per la scomparsa di Giuseppe Politi, ex presidente della Confederazione Italiana Agricoltori. Politi si è distinto per l’elevato spessore umano e per una visione dell’agricoltura rivolta a promuovere l’unità del comparto, il dialogo fra gli imprenditori agricoli e la filiera e la competitività delle aziende. Siamo addolorati, perché se n’è andato un protagonista di molte battaglie condotte per un’agricoltura migliore».
È il messaggio che il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, rivolge alla famiglia, alla Cia e al suo presidente, Dino Scanavino, anche a nome dei dipendenti e dei collaboratori della Fiera di Verona, organizzatrice storica di Fieragricola, la manifestazione che dal 1898 ha accompagnato l’evoluzione del settore primario in Italia.
«Giuseppe Politi è stato un interlocutore leale e fedele ai propri principi – ha commentato il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani – che lo hanno spinto negli anni a sostenere progetti ambiziosi e vincenti per una più forte coesione dell’agricoltura e per una crescita sociale, ma anche culturale degli agricoltori, tanto in Italia quanto in Europa e in Sudamerica, continente nel quale ha appoggiato, con successo, progetti di ampio respiro».

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.