Earth Day: in Emilia-Romagna raddoppia la rete di Campagna Amica

Campagna Amica Bologna 1
Raddoppia in Emilia Romagna la rete di vendita diretta delle botteghe di Campagna Amica organizzata dagli agricoltori di Coldiretti mercoledì 24 aprile apriranno 10 nuovi punti vendita, in ogni provincia da Piacenza a Rimini, che in aggiunta a quelle già aperte porteranno a 19 le botteghe dove i consumatori potranno acquistare prodotti italiani certificati.
Le 19 botteghe si andranno così ad affiancare alle 631 aziende agricole e ai 157 mercati di Campagna Amica che nella nostra regione garantiscono l’origine nazionale del prodotto sia nel fresco, sia nel trasformato.
La possibilità di acquistare attraverso la rete dei punti vendita di Campagna Amica prodotti che non devono percorrere lunghe distanze con mezzi inquinanti è il contributo che Coldiretti Emilia Romagna dà alla Giornata della Terra 2013, per sensibilizzare il consumatore sulla necessità di ridurre i comportamenti che aumentano l’inquinamento. L’acquisto di prodotti locali secondo la loro stagione – ricorda Coldiretti – contribuisce a ridurre le emissioni di gas ad effetto serra, perché si evita di portare sulle proprie tavole alimenti che provengono dall’altro emisfero, che comportano forti emissioni di CO2 a causa dei lunghi trasporti. Coldiretti ha calcolato che per trasportare un chilogrammo di ciliegie dall’Argentina per un distanza di 11.200 chilometri si immettono nell’aria 15,5 Kg di anidride carbonica; per ogni chilogrammo di pesche importate dal Sud Africa, nel viaggio di 8.500 chilometri si emettono 12 Kg di CO2. Secondo Coldiretti, consumando prodotti locali di stagione e facendo attenzione agli imballaggi, una famiglia può risparmiare fino a mille chilogrammi di anidride carbonica all’anno.
Le botteghe, insieme con il resto della rete di Campagna Amica (vendita diretta in azienda, mercati, agriturismi), costituiscono un vantaggio sia per i produttori sia per i consumatori. I primi, che nella catena distributiva tradizionale ricavano solo 17 euro per ogni euro speso al consumo, nella vendita diretta possono aumentare la loro parte di reddito senza pesare sulle tasche dei consumatori. Questi ultimi, da parte loro, hanno l’opportunità di acquistare prodotti sicuramente italiani con il miglior rapporto qualità/prezzo.
La rete di Campagna Amica costituisce, quindi, un impegno per battere inefficienze e speculazioni che finiscono sempre per esser pagati proprio dal primo e dall’ultimo anello della filiera alimentare. L’effetto della riduzione dei passaggi e delle intermediazioni con il rapporto più diretto produttore/consumatore garantisce – afferma Coldiretti – una maggiore efficienza per assicurare acquisti convenienti alle famiglie e sostenere il reddito degli agricoltori in un momento di difficoltà economica, riducendo la forbice dei prezzi che oggi aumentano in media quasi cinque volte dal campo alla tavola.
Oltre all’acquisto diretto in azienda e nei mercati, i consumatori potranno acquistare nelle botteghe di Campagna Amica l’intera gamma di prodotti garantiti al cento per cento italiani, realizzati e trasformati direttamente dagli agricoltori. In questo modo le arance della Sicilia potranno essere in vendita diretta a Piacenza, e la mozzarella di bufala campana Dop potrà essere acquistata nel centro di Bologna, anche se non sarà presente il produttore.
Infatti tutti i prodotti venduti nelle botteghe provengono da aziende agricole accreditate alla rete di Campagna Amica, rigorosamente controllati da un ente terzo (il Csqa) che ne certifica la provenienza da agricoltura italiana. Anche il titolare della bottega è un imprenditore agricolo (singolo o associato), che davanti al consumatore ci mette la faccia non solo sull’origine e la qualità dei propri prodotti ma anche per i suoi colleghi che fanno parte catena delle imprese di Campagna Amica del territorio nazionale.

2 Commenti in “Earth Day: in Emilia-Romagna raddoppia la rete di Campagna Amica”

  • Arrigo Benfenati scritto il 16 aprile 2013 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 18:36

    Finalmente qualcosa di serio e costruttivo. Proviamo anche questa ,sperando di eliminare quei passaggi che raddoppiano, triplicano o quadruplicano il prezzo di vendita, a parte la questione inquinamento legata al trasporto, anch’essa una strategia logica e ben studiata per la nostra salute.

  • relocation scritto il 2 maggio 2013 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 13:33

    Molto bello il blog… però aspetto nuovi post, è da troppo tempo che non ci sono aggiornamenti. Vabbè, intanto mi sono iscritto ai feed RSS, continuo a seguirvi!

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.