EIMA International: Bologna 10-14 novembre

EIMA International presenta un’edizione 2010 in grande stile non soltanto in termini di superficie espositiva (oltre 100 mila metri quadrati netti) e industrie partecipanti (oltre 1.600) ma anche in termini di eventi informativi e culturali. Il calendario delle conferenze, dei convegni e degli incontri pubblici – che si apre con la conferenza stampa Unacoma che si tiene il giorno 9 novembre alla vigilia dell’apertura della rassegna – si presenta straordinariamente ricco e vario, abbracciando tematiche rilevanti sotto il profilo tecnico e politico-economico. Uno scenario politico-economico di ampio respiro è quello offerto dal convegno “Agricoltura e Industria: una combinazione per lo sviluppo” promosso da Unacoma, che vede la partecipazione ai più alti livelli delle Organizzazioni professionali agricole, della Confindustria, dell’Istat, dei Ministeri delle Politiche Agricole e dello Sviluppo Economico, e che si basa sui dati di una ricerca sul sistema italiano appositamente realizzata da Nomisma. Le risultanze del confronto fra agricoltura e industria saranno efficacemente integrate dai contenuti dell’audizione pubblica del Comitato Economico e Sociale dell’Unione Europea sul tema “Problematiche e prospettive della meccanizzazione agricola”, e dallo scenario sull’evoluzione dei mercati mondiali prospettato dall’Economic Working Group di “Agrievolution”, che riunisce i rappresentanti delle associazioni costruttori dei maggiori Paesi del mondo. Una analisi particolareggiata sulle prospettive in particolare del mercato indiano sarà possibile grazie ad un incontro promosso dalla Ficci, la Federazione indiana delle camere di commercio e dell’industria con la quale Unacoma Service condivide l’organizzazione della fiera EIMA AgriMach di New Delhi. Il tema del rapporto fra agricoltura e ambiente emerge dal convegno dal titolo “I quattro pilastri del futuro: l’ambiente, le bioenergie, le macchine e la sicurezza”, promosso da Unacoma ed Enama in collaborazione con Il Sole 24 Ore; mentre alle problematiche legate ai cambiamenti climatici e all’agrometeorologia sono rispettivamente dedicati gli incontri sul “The Climate Project” promosso dalla fondazione Al Gore, e l’incontro su “Agrometeorologia per l’azienda agraria”, realizzato dall’Università di Firenze in collaborazione con Unacoma. In tema di riduzione dell’impatto ambientale delle lavorazioni agricole si segnala il convegno promosso dall’Università di Catania sulla meccanizzazione della difesa da fitofagi; e sempre di rilevanza ambientale, oltre che economica, è il tema delle fonti energetiche d’origine agricola, trattato in tutte le sue articolazioni grazie ad eventi quali quello sul biogas promosso dall’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali; il convegno sul minibiogas promosso da Energy Life in collaborazione con l’Università di Perugia; il seminario promosso da Aiel/Cia sul progetto IEE-EUBIONET. Ancora le bioenergie al centro di un incontro, dedicato al piano nazionale e al nuovo conto energia, promosso da Il Sole 24 Ore; mentre al Piano d’azione per lo sviluppo delle rinnovabili è dedicato un incontro promosso da Itabia in collaborazione con Aiel e Confagricoltura. Alle problematiche relative alla rete di vendita è dedicata una conferenza stampa promossa dall’associazione Unacma, che si tiene nel giorno di apertura. Sul tema dell’irrigazione e del risparmio idrico è centrato il convegno promosso da Amis; e ancora sul tema dell’irrigazione, questa volta relativa alle aree siccitose dell’Africa settentrionale, si segnala una conferenza del Ministro dell’Agricoltura dell’Egitto. Alle opportunità di collaborazione fra le imprese italiane e i Paesi africani è rivolto il workshop Itagrit; e sempre in tema di mercati esteri si segnala il seminario, realizzato da Abimaq in collaborazione con Unacoma relativo alle opportunità di mercato in Brasile. Come sempre centrale nell’ambito dell’EIMA il tema della sicurezza, presidiato con un evento di particolare rilievo, il convegno dal titolo “Sicurezza: iniziative e prospettive” promosso dall’Unacoma e che vede la partecipazione di tutti gli enti a vario titolo coinvolti nella filiera della meccanizzazione. Strettamente legato alla sicurezza è il tema della certificazione, sul quale l’Enama terrà una conferenza focalizzata sulla proposta inedita di un “Made in Italy certificato”
A celebrare l’esordio di EIMA Mia, il salone della multifunzionalità in agricoltura, vi sarà un calendario di convegni, organizzati da Promoverde, Cultura del verde, Sistemi Editoriali e Unacoma, dedicati a tematiche quali le attività economiche in ambiente rurale, il verde pensile e il verde verticale, gli orti e l’agricoltura urbana, le problematiche fiscali connesse alle società agricole. Il programma offrirà alla vasta platea dei visitatori della rassegna eventi di carattere divulgative e formativo su temi quali l’impiego delle bioenergie, realizzati nell’ambito del Salone specializzato di EIMA Energy, realizzato in collaborazione con l’Ente nazionale per la meccanizzazione agricola Enama, in collaborazione con enti quali Cra-Ing, Coldiretti, Confagricoltura, Aiel, Itabia, Cnr-Ivalsa, Unima. Al tema dei finanziamenti per l’agricoltura è dedicata l’iniziativa del Salone Finagri, promossa da l’Informatore Agrario e articolata sui temi dei Piani Regionali di Sviluppo Agricolo, della legge Sabatini e degli altri strumenti di finanziamento per strutture ed impianti agricoli. Gli aspetti finanziari saranno al centro di un’altra importante iniziativa, il convegno promosso da Agri 2000 in collaborazione con Unacoma e Agriventure dal titolo “Credito e innovazioni: quali soluzioni per migliorare il rapporto fra banche e imprese agricole?”; mentre proprio sull’innovazione la stessa Agri 2000 offre ulteriori analisi e approfondimenti con il convegno di “Presentazione del quarto rapporto dell’Osservatorio sull’innovazione delle imprese agricole”. Di contenuti squisitamente tecnico il convegno, promosso da Unacoma, Unimore, Cobo Group e Relab sul tema: “Meccatronica agricola: sensori, attuatori e automazione ISOBUS per sistemi sicuri ed efficienti”. Di grande interesse per gli operatori della meccanizzazione e per la stampa le conferenze indette dalle industrie costruttrici, fra le quali già in calendario quelle del Gruppo Same Deutz-Fahr, del Gruppo Kuhn, di La Leonessa Group, di Faresin Industries, di Antonio Carraro, azienda che festeggia all’EIMA i 100 anni di attività. Un appuntamento di prestigio nell’ambito di EIMA International, è la proclamazione dei vincitori del Tractor of the Year 2011, evento promosso dalla Rivista Trattori basato sulle valutazioni delle caratteristiche tecniche dei trattori di nuova produzione fatte da una giuria internazionale di giornalisti di settore. Da segnalare l’appuntamento tradizionale con il Club of Bologna, assise di esperti di meccanizzazione provenienti da ogni parte del mondo che tiene nell’ambito di EIMA International il proprio meeting per l’analisi delle prospettive di sviluppo delle meccanizzazione nei diversi contesti economici e sociali. Particolarmente suggestivo l’incontro per la presentazione del “AirdroPs” un prototipo di robot in grado di assorbire umidità dall’aria e trasformarla in acqua utilizzabile per usi agricoli e per il gardening. Il prototipo di robot, che nasce da una collaborazione fra Caleidos, l’Università di Ferrara e l’Unacoma, verrà esposto in anteprima presso l’area di EIMA Lab – collocata nel Quadriportico adiacente alla mostra delle Novità Tecniche premiate e delle macchine innovative certificate Enama – dedicata alla ricerca scientifica e alla sperimentazione che rappresentano la punta più avanzata della tecnologia applicata all’agricoltura. La rassegna bolognese darà spazio, come sempre, alle iniziative editoriali – vedi fra le altre la conferenza di presentazione del nuovo periodico “Agrisicilia” – e ai momenti di riflessione su temi legati al marketing e alla cultura d’impresa, come l’incontro fra i responsabili della comunicazione delle industrie della meccanizzazione dal titolo “Brand: la storia in un marchio”, dedicato alla descrizione degli elementi informativi e simbolici contenuti nei marchi delle case costruttrici.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.