Embargo: ortofrutta e lattiero-caseario settori più danneggiati

mele e pere 2
Sono ortofrutta e lattiero caseario i settori più colpiti dall’embargo russo. Lo rileva uno studio dell’Inea sull’impatto del blocco, segnalando che per quanto riguarda la frutta fresca, le cui esportazioni nel 2013 avevano superato i 60 milioni di euro, le produzioni più sofferenti sono mele (17,1 milioni), uva da tavola (16,5 milioni), kiwi (12,6 milioni) e pesche (7,3 milioni). Nel lattiero-caseario, invece, sono Grana Padano e Parmigiano Reggiano, il cui export nel 2013 aveva toccato i 15 milioni di euro. L’embargo sulle importazioni agroalimentari decretato lo scorso 7 agosto, ricorda l’Inea, sta avendo ripercussioni significative in Italia, sesto paese europeo nel 2013 per esportazioni verso il mercato russo, passate in 10 anni da 222 milioni di euro a oltre 684 milioni (+208%). Le produzioni interessate dal blocco sono quelle ortofrutticole, la carne, il latte e derivati, i prodotti ittici e altre preparazioni alimentari. L’Inea ricorda, infine, che l’embargo sulle importazioni agroalimentari decretato dalla Russia lo scorso 7 agosto sta segando pesantemente l’Italia, sesto paese europeo nel 2013 per esportazioni verso il mercato russo, passate in 10 anni da 222 milioni di euro a oltre 684 milioni (+208%). Tra le altre produzioni interessate dal blocco, Inea segnala anche carne, prodotti ittici e altre preparazioni alimentari.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.