Embargo Russia: Conserve Italia, situazione difficile

cons italia Russia1All’indomani del blocco delle importazioni deciso da Putin, c’è molta preoccupazione nelle aziende agroalimentari italiane che intrattengono rapporti commerciali con la Federazione Russia. “La situazione che si è venuta a creare con il blocco imposto dalla Russia è oggettivamente difficile – spiega Angel Sanchez, direttore di Conserve Italia Angel Sanchez – prodotti fiore all’occhiello del nostro export ortofrutticolo come pere, mele kiwi, pesche e nettarine, succhi, sono tutti nella black list delle merci alle quali è vietato l’ingresso in Russia nei prossimi 12 mesi”.
Eppure il mercato russo è proprio tra quelli che presentano maggiori potenzialità per l’agroalimentare made in Italy. Proprio per questo pochi mesi fa Conserve Italia ha costituito insieme ad altre due grandi realtà cooperative dell’Emilia Romagna, Caviro (vino) e Agrintesa (ortofrutta fresca), il consorzio ITA leader – Eccellenze in tavola, per la creazione di una piattaforma commerciale per la vendita e distribuzione di un’ampia gamma di referenze.
“Da lunedì la Commissione Europea si attiverà per monitorare la situazione e l’impatto del blocco sulle nostre esportazioni. “Sarà importante vedere cosa succederà nei prossimi giorni” – continua Sanchez. “Il nostro auspicio è che le sanzioni possano rapidamente rientrare. Un blocco di tale entità infatti, infatti, non penalizza solo l’export agroalimentare italiano, ma potrebbe non essere sostenibile per la stessa economia della Russia”.
“Da alcuni contatti – conclude Sanchez – è emersa anche la possibilità che si attivi una sorta di corridoio verde con una lista di prodotti che sarebbero fondamentali per la salute dei bambini, degli anziani e delle persone attualmente ricoverate negli ospedali russi”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.