Emilia Romagna: 30 milioni in più per l’ammodernamento delle imprese

Rabboni Trenta milioni in più per le imprese del comparto agroindustriale dell’Emilia-Romagna. Somma che deriva dalle recenti modifiche del Programma di sviluppo rurale, per il quale la dotazione finanziaria è aumentata di oltre 122 milioni portando l’entità dell’aiuto pubblico nel periodo 2007-2013 a oltre un miliardo di euro.
Una quota di queste risorse aggiuntive, pari appunto a circa 30 milioni, è stata destinata a incrementare la misura 123, finalizzata all’accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali e destinata a sostenere il sistema agroindustriale regionale. La Giunta regionale del 28 dicembre scorso ha deciso di destinare questi fondi al rifinanziamento delle graduatorie approvate a inizio anno in quanto le risorse iniziali messe a bando (pari a 30 milioni di euro) avevano permesso di finanziare solo il 25% delle 166 richieste ammissibili.
“Questa scelta – ha sottolineato l’assessore regionale all’Agricoltura Tiberio Rabboni – vuole dare innanzitutto una risposta alle numerose imprese che avevano aderito in modo significativo al bando e che non hanno potuto accedere agli aiuti pur avendo presentato progetti validi. Considerati i pochi mesi che sono trascorsi dalla definizione della graduatoria, questi progetti rappresentano ancora una concreta possibilità di investimento e sviluppo e permetteranno di contrastare, nell’immediato, il rischio di perdita di competitività delle aziende, mettendo le basi per la loro ripresa”.
“Questi ulteriori fondi si affiancano ai 34 milioni già stanziati per analoghi interventi nell’ambito dei progetti di filiera di cui è si appena conclusa la raccolta delle domande”, ha aggiunto Rabboni. “A dimostrazione dell’impegno della Regione per contrastare il periodo di crisi, anche i fondi aggiuntivi destinati alle aziende agricole per investimenti e per premi agro ambientali, verranno ripartiti alle province nei primi mesi del 2010”.
Nel dettaglio con i 30 milioni aggiuntivi, che saranno ripartiti tra i diversi settori produttivi, sarà possibile sostenere la realizzazione di altri 32 progetti di ammodernamento agroindustriale per un totale di investimenti, tra contributo pubblico e contributo privato, pari a oltre 90 milioni di euro.
Nel dettaglio ai settori ortofrutticolo e vitivinicolo andranno 6,2 milioni di euro ognuno, 6 milioni al settore lattiero-caseario, 5,3 milioni al settore suinicolo, 1,9 ai cereali, 1,2 a foraggere e avicoli, 1 milione di euro alla zootecnia bovina e 1 milione ad altri settori

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.