Emilia-Romagna, il suolo agricolo soccombe al cemento


Legambiente rilancia l’allarme cementificazione in Emilia-Romagna sulla base del rapporto recentemente pubblicato dal Centro di Ricerca sui Consumi di Suolo di cui l’associazione e’ promotrice. Tra il 2003 ed il 2008 il ritmo di consumo di suolo agricolo in Emilia-Romagna e’ stato di 8,4 ettari al giorno. I dati vanno ad integrare quelli per il periodo tra il 1976 ed il 2003, che avevano registrato un ritmo di urbanizzazione di 8,2 ettari al giorno. Il fatto che la velocita’ di urbanizzazione del territorio negli ultimi 5 anni sia stata uguale, o superiore, a quella dei 25 precedenti, per Legambiente e’ un segnale molto preoccupante, che sancisce un forte declino delle politiche urbanistiche; evidentemente i meccanismi che stanno alla base della continua edificazione – speculazione fondiaria, corsa agli oneri di urbanizzazione da parte dei Comuni, riciclaggio di denaro illecito – non hanno trovato strumenti correttivi adeguati. Rispetto ai dati per singola provincia, Parma e Piacenza si trovano in testa per quanto riguarda l’urbanizzazione procapite con circa 9 mq/abitante all’anno. Rimini invece la provincia con la percentuale piu’ alta di urbanizzazione del territorio (21,2%). La norma regionale sull’urbanistica (la Legge n 20 del 2000) enuncia il principio che si debba ”prevedere il consumo di nuovo territorio, solo quando non sussistano alternative” derivanti dalla sostituzione o riorganizzazione degli insediamenti esistenti: ”La distanza tra questi principi teorici e gli 8,4 ettari al giorno di suolo sottratto all’agricoltura da insediamenti ed infrastrutture da’ il segno di come le politiche urbanistiche debbano essere profondamente riformate”, ha commentato Lorenzo Frattini presidente regionale dell’associazione. ”Occorre che la Regione – ha aggiunto – si doti rapidamente di una legge idonea, come abbiamo richiesto da tempo”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.