Emilia Romagna: migliorano i sentieri in montagna

bosco(Protocollo tra Regione e Cai) per migliorare la sentieristica dell’Appennino emiliano romagnolo. Piano per la manutenzione della segnaletica dei sentieri e nuova cartografia anche su web.
Il miglioramento della rete escursionistica dell’Emilia-Romagna
attraverso la manutenzione della segnaletica orizzontale e verticale,
del piano di calpestio e dei suoi immediati dintorni. Favorire la
sicurezza della pratica escursionistica e del turismo naturalistico e
sportivo implementandone la diffusione anche attraverso la divulgazione
delle informazioni tramite le tradizionali modalità cartografiche e
quelle innovative legate ai supporti digitali ed al web.
Sono questi i principali obiettivi contenuti nel protocollo d’intesa
sottoscritto oggi da Regione Emilia-Romagna e dal Cai emiliano romagnolo
per migliorare la rete escursionistica regionale, per aggiornare le
informazioni cartografiche e soprattutto per realizzare interventi di
manutenzione ordinaria della sentieristica. L’intesa è stata siglata
durante un incontro di presentazione delle iniziative della Regione per
promuovere l’escursionismo, per gestire la sentieristica e per
valorizzare, al contempo il territorio. Ai lavori sono intervenuti
l’assessore regionale alla programmazione e sviluppo territoriale Gian
Carlo Muzzarelli e l’assessore regionale all’Ambiente e sviluppo
sostenibile Lino Zanichelli.
«Negli ultimi anni anche in Emilia-Romagna l’escursionismo ed il turismo
naturalistico e sportivo – ha sottolineato l’assessore Muzzarelli –
hanno assunto il carattere di pratica relativamente diffusa e si è
assistito al proliferare di iniziative sia volte a individuare e
proporre nuovi percorsi, che di tipo editoriale, tra le quali se ne
annoverano talune anche promosse dalla Regione o dagli Enti
territoriali. È comune interesse della Regione e del Cai poter disporre
di una efficiente rete escursionistica costituita da percorsi
adeguatamente segnalati ed oggetto di regolare manutenzione al fine di
favorire la sicurezza degli escursionisti prevenendo così, tra l’altro,
l’infortunistica in montagna e incrementando lo sviluppo di un turismo a
basso impatto in zone considerate svantaggiate».
Durante l’incontro sono state illustrate anche le potenzialità del
progetto “Alta Via dei Parchi”, un itinerario di oltre 450 chilometri
voluto dalla Regione Emilia-Romagna, per promuovere un territorio di
grande interesse naturalistico, paesaggistico e storico. Da quest’anno
prenderanno il via gli interventi di collegamento, ripristino e
segnaletica, con l’obiettivo di inaugurare l’itinerario nei primi mesi
del 2011: a disposizione per l’intervento 1 milione e 300 mila euro di
risorse regionali a cui si aggiungono altri 200 mila euro che verranno
messi a disposizione dai diversi Parchi coinvolti nel progetto.
«Con il progetto ‘Alta via dei parchi’ valorizziamo ulteriormente il
sistema dei parchi appenninici emiliano-romagnoli – ha spiegato
l’assessore Zanichelli -puntando soprattutto sull’eco-turismo: cresce
infatti il numero di persone che scelgono di trascorrere il loro tempo
libero a contatto con la natura e questo può rappresentare una grande
opportunità per i territori montani. L’Emilia-Romagna offre da questo
punto di vista tesori ancora troppo poco conosciuti, che ci impegniamo a
rendere più accessibili e sicuri».
Le azioni previste dall’Accordo Regione – Cai riguarderanno la
realizzazione di manutenzione ordinaria sul territorio dei percorsi
della rete escursionistica e l’implementazione dell’aggiornamento della
base dati “Sentieri”. Saranno aggiornati i dati contenuti nel sito web
“Sentieriweb” di cui recentemente è stata messa on line una nuova
versione tecnologicamente avanzata. Infatti la Regione dispone dal 2001
della base dati “Sentieri” e la mantiene aggiornata, attraverso anche la
collaborazione del Cai, nonché ne trae i dati sia per la propria collana
cartografica, costituita attualmente da 15 fogli (a scala 1:50 mila) che
per il sito internet “Sentieriweb”, entrambi dedicati ai percorsi
segnalati della rete escursionistica regionale disponibili al pubblico.
La Regione Emilia-Romagna metterà a disposizione le proprie competenze,
strutture e risorse che saranno definite nel corso di quest’anno.
Saranno utilizzati i dati del servizio geologico, sismico e dei suoli
relativi al database “Sentieri” e tutto il know how ad essa relativo
fino ad ora acquisito. Il Cai si impegna a sensibilizzare ed istruire i
soci sull’utilizzo di queste opportunità telematiche favorendo il flusso
informativo proveniente dai propri soci e necessario all’aggiornamento,
tramite la realizzazione di iniziative di varia natura tese a far
crescere la sensibilità sui temi della sentieristica e della relativa
cartografia.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.