Colpo di coda dell’inverno. Nei campi si temono le gelate

Il 2009 sarà anche stato uno degli anni più caldi dell’ultimo secolo, ma per ora l’inverno non accenna ad allentare la morsa. Già da oggi il maltempo sta interessando l’Italia e da domani l’arrivo di una vasta perturbazione porterà un peggioramento con nevicate anche in pianura sull’Emilia-Romagna, a quote collinari sull’Appennino centrale, poi temporali sulle regioni centrali tirreniche, sulla Sardegna e, a seguire, al Sud. Pioggia, neve, vento e temperature rigide che dopo il maltempo delle scorse settimane, che già ha provocato pesanti danni alle coltivazioni e alle strutture aziendali, agli agricoltori fanno temere il “pericolo gelate”. La repentina discesa della colonnina di mercurio, specialmente nel Nord Italia, mette, infatti, a rischio le coltivazioni degli ortaggi a campo aperto; mentre pioggia, neve e smottamenti continuano ad avere conseguenze per l’agricoltura. Non sono, comunque, giustificate impennate dei prezzi per tutti i prodotti ortofrutticoli.
Lo sottolinea la Cia che mostra evidente preoccupazione per il difficile momento del settore che già fa i conti con una crisi che non ha precedenti negli ultimi trent’anni. Con l’abbassamento delle temperature sono a forte rischio soprattutto gli ortaggi (spinaci, finocchi, radicchio, cavolfiori, alcuni tipi di insalate e di cicoria, broccoli, carciofi, asparagi) e i fiori coltivati all’aperto o in serre non riscaldate, ma si teme anche che le gelate possano avere effetti negativi su alcune piante da frutta che nelle regioni meridionali cominciano a germogliare.
Per quanto concerne i prezzi, la Cia rileva che al momento non si segnalano rialzi alla produzione quindi qualsiasi tipo di rincaro è ingiustificato e sarebbe quanto mai indispensabile attivare controlli che impediscano artificiose impennate dei prezzi.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.