Emilia-Romagna: primo via libera al nuovo Piano Forestale

foresta radici
La Giunta regionale ha licenziato il Piano forestale 2014-2020, che ora è a disposizione 60 giorni per le osservazioni, prima di tornare in Giunta per il documento finale, che passerà poi al vaglio dell’Assemblea legislativa. Il piano prevede 80 milioni nel settennato, oltre 60 dei quali attivati dal Programma di sviluppo rurale. In Emilia-Romagna la superficie boschiva è cresciuta del 20% negli ultimi trent’anni e oggi copre 611mila ettari, quasi un terzo dell’intero territorio: numeri che la collocano tra le regioni con il più alto indice di boscosità in Italia. “Il 30% dei boschi – sottolinea l’assessore all’agricoltura Simona Caselli – si trovano all’interno di aziende agricole e per gli agricoltori possono rappresentare un’interessante opportunità di diversificazione del reddito. Penso in particolare a chi vive e lavora nelle aree appenniniche dove fare agricoltura è più difficile, ma anche più importante per la collettività”. Oggi sono circa 700 le aziende agricole che in Emilia-Romagna svolgono attività forestale continuativa, mentre sono 120, con 1.800 addetti, le imprese forestali vere e proprie, che operano anche nel settore del verde pubblico e privato e nella difesa idrogeologica. Il piano forestale, spiega l’assessore alle Politiche ambientali, Paola Gazzolo, è uno strumento importante sia per la tutela dell’ambiente che per “la valorizzazione della nostra montagna e la crescita delle aziende agricole, che nel bosco possono trovare una fonte integrativa di reddito. Il bosco è una risorsa preziosa per il territorio e può diventare anche uno strumento di crescita dell’economia: il nuovo Piano forestale va in questa direzione”. Ed “è frutto di un lungo confronto”, con le associazioni agricole e professionali, gli enti di gestione dei parchi e quelli delegati in materia forestale Dei circa 80 milioni, 15 arrivano dalle tariffe del prelievo idrico, circa 5 dal bilancio regionale e 62 dal Programma rurale 2014-2020 che, in sinergia con il Piano forestale, prevede maggiori opportunità per la forestazione, che vanno dalla lotta agli incendi boschivi alla meccanizzazione forestale, dalla redazione dei Piani di assestamento alla formazione professionale, dagli interventi per migliorare la struttura delle foreste a quelli per realizzare impianti di teleriscaldamento pubblici e privati.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.