Enama: redazione testo unico per il settore agricolo

Un testo unico in materia di sicurezza che riguardi in modo specifico il settore agricolo. E’ la richiesta emersa oggi dal GasForum 2010 (Global agricultural safety forum), promosso dall’Ente nazionale per la meccanizzazione agricola (Enama) che si è svolto oggi a Roma, il cui obiettivo è promuovere una cultura della sicurezza nell’uso delle macchine in agricoltura. Questo per migliorare la qualità della vita degli operatori, dell’ambiente e delle produzioni agricole e per contribuire a ridurre gli incidenti mortali che nel 2009 secondo l’Ispels, sono stati 149. Secondo L’Enama l’ambiente agricolo non può essere considerato alla stregua di qualsiasi altro luogo di lavoro perchè, a differenza di quanto si verifica all’interno di un qualsiasi ufficio, ha condizioni estremamente variabili; lavorando nei campi infatti, spiegano dall’Enama, le condizioni di luce cambiano nel corso della giornata ed elementi come il vento, la polvere, l’umidità e la pioggia influiscono in maniera rilevante sulle condizioni di lavoro. “Un testo unico rivisto per il settore agricolo che consideri le sue specifiche esigenze – ha detto il direttore dell’Enama, Sandro Liberatori – può essere un buon punto di partenza per una nuova politica di sicurezza in agricoltura”. Per la Cia, che ha partecipato all’evento, serve più semplificazione per migliorare e rafforzare la sicurezza nel lavoro agricolo, riducendo gli oneri per le imprese, contrastando così il lavoro irregolare. “Il calo dei redditi registrato negli ultimi mesi, non consente certo una serena programmazione in ordine alla necessità di adeguare, ad esempio, macchine ed impianti”, ha detto il vicepresidente, Domenico Brugnoni, che ha ricordato che l’organizzazione nelle prossime settimane riprenderà le azioni sindacali a tutela del reddito dei produttori.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.