Energia: Confagri, la normativa Ue rischia di aggravare i costi

Domani il Parlamento Europeo in seduta plenaria, esaminerà e voterà la ‘relazione Lulling’ sulla proposta di direttiva del Consiglio che modifica la normativa europea sulla tassazione dei prodotti energetici e dell’elettricità. Confagricoltura sta seguendo con particolare attenzione l’iter del provvedimento la cui approvazione “potrebbe portare a un ulteriore aumento del costo del gasolio agricolo. “La proposta di direttiva – osserva Confagricoltura – introduce una specifica tassazione dell’energia collegata alle emissioni di CO2 imputabili al consumo dei prodotti interessati, che si va ad aggiungere alla tassazione generale sull’energia basata sul contenuto energetico dei prodotti”. Dalle proposte finora sul tavolo, “in pratica il livello minimo di tassazione complessivo sarà circa 6 cent/litro cioé il triplo della situazione attuale”. Altra novità prevista dalla proposta di direttiva consiste nel fatto che viene mantenuta la possibilità per gli Stati Membri di ridurre o esentare la componente tassazione generale per il gasolio utilizzato nei lavori agricoli solo se viene aumentato il rendimento energetico da parte dei beneficiari. Commenta Confagricoltura: “Tali previsioni rischiano di aggravare i bilanci aziendali sia in termini di maggiori costi, sia dal punto di vista burocratico”. Dal Parlamento europeo, ad avviso di Confagricoltura, non sono però arrivati sostanziali aggiustamenti. “Le modifiche proposte, pur dando maggiore certezza agli agricoltori sulla possibilità di accedere alla riduzione delle accise, affidando agli Stati membri l’obiettivo di creare strategie specifiche per aumentare il rendimento energetico, non modificano l’impostazione generale della direttiva, lasciando inalterato il rischio di una maggiore imposizione a carico delle aziende agricole”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.