Enogastronomia: i rifugi alpini come vetrine per le eccellenze di montagna


I rifugi Cai saranno le vetrine per l’eccellenza enogastronomica delle ‘Terre Alte’ di montagna. E’ stato infatti firmato a Milano, presso la sede del Cai, un accordo tra Annibale Salsa, presidente generale del Cai; François Stevenin, presidente del Centro di ricerca, studi, salvaguardia, coordinamento e valorizzazione per la viticoltura montana (Cervim); Enrico Borghi, presidente dell’Unione nazionale comuni, comunita’, enti montani (Uncem). ”Sono molto soddisfatto – ha commentato Salsa – perche’ alla fine del mio mandato va a termine anche questo percorso, un percorso costruttivo che va nella direzione del riposizionamento del ruolo del Club Alpino Italiano. Le Alpi sono un ambiente antropizzato e quindi sono un ambiente culturale”. Per Enrico Borghi ”uno dei paradossi della distribuzione italiana fa si che nei rifugi dell’arco alpino si trovi il Chianti. Noi dobbiamo confrontarci con questo tipo di globalizzazione e con tutti gli effetti che a questa sono connessi”. Da parte sua Francois Stevenin ha rimarcano ”il valore e il potenziale delle Terre Alte e ribadiscono tra l’altro che la montagna costituisce una delle anime del territorio italiano, capace di concentrare molteplici aspetti fisici, naturalistici ed ambientali”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.