Enza, Secchia, e Po: l’acqua è ottima

”La qualita’ delle acque derivate dai torrenti Enza e Secchia e dal fiume Po risulta essere ottima e, quindi pienamente spendibile ed idonea per uso irriguo”. E’ la rassicurazione del presidente del Consorzio di Bonifica Terre di Gonzaga in destra Po, Ada Giorgi. ”Stiamo raggiungendo l’apice dell’irrigazione, grazie soprattutto alle abbondanti nevicate invernali e alle diverse precipitazioni cadute sul territorio di competenza dell’ente consortile” ha precisato Marino Zani, presidente del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale che, assieme al Consorzio Terre di Gonzaga, gestisce uno dei piu’ grandi impianti di sollevamento irriguo a Boretto sul fiume Po. In questo modo e’ garantito il meglio della produzione agricola del made in Italy nel cuore del comprensorio padano, tra Reggio, Modena e Mantova. Attualmente, il volume complessivo e’ di 85 milioni di metri cubi d’acqua, di cui 60% da Po (Boretto) e 40% da fonti appenniniche. ”Per quanto attiene al Po, abbiamo fatto fronte ai problemi di insabbiamento determinati dalle piene invernali e di maggio. Ancora oggi stiamo lavorando alacremente per mantenere la derivazione attiva in quanto l’ultima piena di fine giugno ha nuovamente insabbiato la derivazione, vanificando una parte del lavoro appena svolto” hanno rilevato Vito Fiordaligi e Laerte Manfredini, direttori degli enti consortili ”Anche quest’anno abbiamo dovuto far fronte inoltre ai problemi connessi con le numerose perforazioni e sifonamenti verificatesi nelle arginature dei canali consortili sparsi su tutto il territorio” hanno aggiunto. Le analisi di qualita’ dell’acqua alle fonti di prelievo su Po a Boretto, sull’Enza a Cerrezola e sul Secchia a Castellarano, oltre che sulla rete di distribuzione irrigua consortile nel comprensorio, attestano che le acque distribuite sono idonee all’uso irriguo. Una sola eccezione nell’area di Cella (Reggio Emilia) servita con le acque provenienti dal depuratore di Roncocesi. Su questa si sono riscontrati inizialmente problemi, subito risolti mediante utilizzo di pozzi irrigui la cui disponibilita’ e’ stata resa al consorzio grazie alla collaborazione fornita da parte di aziende agricole private. ”Nonostante tutto, fino ad oggi abbiamo soddisfatto tutte le numerose richieste irrigue pervenute, che ammontano ad un totale di ben 8.900, solo nel contesto del Consorzio dell’Emilia Centarle” ha precisa il direttore del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, Fiordaligi. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.