ER: Rabboni; danni cinghiali, serve tavolo comune

cinghiale 1Dialogo e lavoro comune, con la consapevolezza che gli strumenti e le risorse per affrontare il problema ci sono tutti e vanno utilizzati nel migliore dei modi. E’ questa la ricetta ribadita dall’Assessore regionale all’agricoltura e caccia, Tiberio Rabboni, per superare le polemiche che, in questi giorni, si sono accese sul tema dei danni causati dai cinghiali. ”Ribadisco, come ho già detto più volte – spiega Rabboni – che la miglior risposta per affrontare la questione è un tavolo di lavoro comune, che – al di là delle polemiche, mai utili a raggiungere gli obiettivi – definisca le azioni più indicate a gestire la situazione”. ”Per fare questo non servono strumenti nuovi – prosegue l’Assessore – perché quelli che servono già ci sono. Ricordo anche che la Regione, nel recente assestamento di bilancio, ha stanziato per il risarcimento danni da cinghiali 300 mila euro, che vanno ad aggiungersi al milione e 600 mila già in bilancio. Sto parlando quindi di una cifra considerevole, sufficiente a garantire la copertura del 100% dei danni”. ”Il tema non è nuovo – chiarisce Rabboni – e non mi pare siamo di fronte ad una emergenza. Ci sono Province che, con i fondi loro assegnati e ripartiti dalla Regione con criteri omogenei, nel 2012 hanno coperto non solo l’intero ammontare dei danni, ma hanno anche messo in campo azioni e attività di prevenzione”. ”Ricordo infine – conclude l’Assessore, che anche sul tema danni derivanti dalla presenza dei lupi, la Regione risarcisce il 100% dei danni. Detto questo, non va dimenticato che la specie è totalmente protetta dalla legislazione europea. E di questo occorre, ovviamente, tenere conto”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.