Etichetta: Copagri, ombre da principio di prevalenza

‘Il fatto che in Italia si sia affrontato concretamente a livello normativo la questione dell’etichettatura dell’origine dei prodotti agroalimentari e’ certamente da ritenere un passo avanti. Ora sara’ pero’ determinante che ci si impegni come sistema-Paese,affinche’ in tutti gli Stati membri Ue vi sia un’etichettatura obbligatoria trasparente a tutela dei produttori e dei consumatori”. Lo ha detto Alessandro Ranaldi, vicepresidente vicario della Copagri con delega sui settori produttivi, rilevando tuttavia le ”ombre generate dal cosiddetto ‘principio di prevalenza’ per quel che concerne l’indicazione della materia prima agricola utilizzata per i prodotti trasformati”. ”Qui – ha proseguito Ranaldi – e’ necessaria immediata chiarezza a partire dalla stesura dei decreti attuativi. Noi diciamo subito che un’etichetta che dovesse riportare percentuali di prodotto proveniente da piu’ Paesi – e non solo dall’Italia – vanificherebbe gli obiettivi che come Copagri abbiamo sempre proposto in materia. Se si tratta di indicare una percentuale di prodotto di provenienza italiana ed un’altra di provenienza estera si rischia di non dare reale trasparenza al prodotto finito per via dei difficili controlli”. ”Consideriamo l’esempio fondamentale del Parmigiano Reggiano – ha concluso Ranaldi – Se, per assurdo, dovesse riportare in etichetta anche una minima percentuale di latte non prodotto nell’area indicata dal disciplinare europeo, perderebbe la Dop. Se dovesse dunque essere confermato il principio di prevalenza, Copagri si opporra’ in sede di definizione dei decreti attuativi”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.