Eurispes: si mette a tavola la pasta, economia da Dopoguerra

pasta 5Pastasciuttari per gusto, ma anche per necessità. Così appaiono gli italiani nei tempi della crisi secondo l’indagine condotta nel 2012 dall’Eurispes, e presentata nel Rapporto 2014, che evidenzia come negli ultimi cinque anni, su dati Federalimentare, a fronte di una flessione degli acquisti di prodotti alimentari del 10%, pari a 20 miliardi di euro in meno, aumenti l’acquisto di pasta, in quanto bene economico che consente di mettere a tavola un pasto soddisfacente. Nel carrello della spesa, sottolinea Eurispes, la pasta è aumentata dallo 0,58% allo 0,61%, tornando al centro dei consumi degli italiani come nei difficili anni del Dopoguerra. E per oltre 10 milioni di italiani la pasta viene messa in tavola tutti i giorni. La crisi economica, osserva l’istituto di ricerca, ha quindi imposto agli italiani un ridefinizione del proprio paniere alimentare, con un taglio della quantità e una selezione diversa rispetto al passato. La spesa è più ragionata, consapevole e prudente; da qui anche la riduzione degli sprechi: gli scarti alimentari sono calati dal 30% al 7%. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.