Ex zuccherificio San Pietro in Casale: la Sfir presenta un nuovo progetto di riconversione


Un nuovo progetto industriale nel campo delle energie
rinnovabili per la riconversione dell’ex zuccherificio di San Pietro in
Casale (BO). E’ quello presentato oggi dalla Sfir a Regione, Provincia,
Comune, sindacati di settore e Rsu aziendale, dopo che il precedente
accordo per la realizzazione di contenitori biodegradabili per alimenti
era stato sospeso dalla proprietà per difficoltà legare alla crisi
economica. All’incontro presso la sede della Regione hanno partecipato
tra gli altri, oltre all’assessore regionale all’agricoltura Tiberio
Rabboni, l’assessore all’agricoltura della Provincia di Bologna
Gabriella Montera e il sindaco di San Pietro in Casale Roberto Brunelli.
Il nuovo progetto, illustrato dal presidente della Sfir Mario Riciputi,
prevede una serie di interventi successivi: in prima battuta la
realizzazione di una serie di piccoli impianti di potenza non superiore
al megawatt per la produzione di energia elettrica e calore da fonti
rinnovabili quali biomasse, biogas, olii vegetali e sottoprodotti
agroalimentari. In una prospettiva più ampia, l’avvio di una vera e
propria attività di produzione di impianti o componenti per le energie
rinnovabili e di un’area industriale attrezzata nei terreni dell’ex
zuccherificio, cui gli impianti realizzati potrebbero fornire acqua
calda e refrigerata.
“Considero un fatto positivo che la proprietà dell’ex zuccherificio di
San Pietro in Casale – ha detto Rabboni al termine dell’incontro – abbia
accolto il nostro invito a presentare un nuovo progetto di riconversione
in grado di dare una prospettiva occupazionale ai 16 lavoratori ancora
presenti, oltre che una nuova opportunità di sviluppo al territorio. La
proposta illustrata oggi è interessante anche perché gli impianti
previsti richiedono tempi di realizzazione contenuti, sono di piccola taglia e dunque non presentano problemi di impatto ambientale,
utilizzano materie prime locali a filiera corta. Confido che si possa
giungere in tempi rapidi ad un nuovo accordo di riconversione così da
rispondere dopo quattro anni alle legittime attesa dei lavoratori”. Il 7
dicembre prossimo è già stato fissato un nuovo incontro tra le parti.
Nel frattempo la Regione si è impegnata a predisporre il testo del nuovo accordo di riconversione.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.