Expo: agricoltura biologica è il futuro

logo bio nuovoAlla presenza del viceministro delle Politiche Agricole, Andrea Olivero, si è svolta a Expo la Festa del Bio, giornata dedicata all’agricoltura biologica, innovativa e sostenibile, promossa dal Mipaaf. Al Parco della Biodiversità ospitato il Forum Internazionale del Biologico, che ha approvato un documento in cui si sottolinea come il settore sia in grado di nutrire il Pianeta e l’uomo nel futuro, di sostenere l’agricoltura familiare e l’occupazione e di tutelare la biodiversità. “Sono profondamente convinto che il biologico rappresenti la parte avanzata della nostra agricoltura e che sappia rispondere pienamente a quelle che sono le istanze emerse da Expo e condivise nella Carta di Milano – ha dichiarato Olivero -. La giornata è un momento importante per riaffermare la centralità dell’agricoltura biologica e per focalizzare l’attenzione sul nuovo piano nazionale che abbiamo predisposto insieme con le organizzazioni del biologico italiane e con le regioni. Sono certo che questo lavoro straordinario darà i suoi frutti negli anni a venire”.
“Per una Regione come la nostra che vuole competere puntando soprattutto su qualità e distintività della propria agricoltura, il biologico è un settore strategico. Per questo da qui al 2020 vogliamo raddoppiare le superfici bio in Emilia-Romagna” ha detto l’assessore regionale all’agricoltura dell’Emilia-Romagna Simona Caselli. “L’agricoltura biologica fa bene all’ambiente e alla salute di tutti noi – ha spiegato Caselli – ma può svolgere anche un importante ruolo economico, come ha dimostrato la crescita del consumo di prodotti bio anche in questi anni di crisi. Già oggi in Emilia-Romagna destiniamo al settore circa il 30% delle risorse dello sviluppo rurale. Con la nuova programmazione vogliamo continuare in questa direzione, riconoscendo a chi fa agricoltura bio una priorità in tutte le misure. Si tratta di agricoltori giovani, motivati, che investono e scommettono sul futuro: una risorsa dunque da valorizzare per il bene della nostra agricoltura”. Nel 2014 l’Emilia-Romagna è stata la prima regione in Italia per imprese che fanno trasformazione e/o vendita di prodotti bio, con una crescita dell’8,6%. L’Emilia-Romagna è invece al quinto posto per numero di imprese agricole bio, con una superficie agricola totale di 85 mila ettari (l’8% del totale).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.