Expo: cibo italiano si racconta con 200 aziende e 1000 marchi

salumi 2
C’è grande interesse per l’Italia e la sua cultura alimentare nel mondo e il Belpaese risponde raccontando il cibo italiano con 200 aziende chiave dell’industria alimentare nazionale, con i loro 1.000 marchi presenti al padiglione ”Cibus è l’Italia – Il padiglione Expo Federalimentare”, presentato oggi al Mipaaf alla presenza del ministro delle Politiche agricole, alimentare e forestali Maurizio Martina. E’ una delle più grandi strutture (5.000 mg) dell’Esposizione ed è ”frutto di un investimento di 15 milioni di euro, quasi esclusivamente raccolti da privati” ha precisato Antonio Cellie, ceo di Fiere di Parma, nel sottolineare che la struttura progettata con grande attenzione all’ecosostenibilità a fine Expo sarà smontata e portata nella cittadella fieristica di Parma dove diventerà la sede della Borsa merci agroalimentare. ”Ad Expo – ha detto il ministro Martina – vogliamo rappresentare la grandezza del patrimonio agroalimentare italiano che vanta una storia, una qualità e una ricchezza straordinarie, frutto del profondo legame con tutti i territori. Nostro obiettivo è di portare all’attenzione di tutto il mondo la forza del Made in Italy e la sua unicità così da conquistare ancora maggiori spazi all’estero, sfruttando l’enorme potenziale che abbiamo ancora da esprimere per raddoppiare l’export nei prossimi anni”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.