Expo: con 1.000 marchi industria cibo Italia si racconta

Cibus ExpoUna Esposizione Universale non si ripeterà in Italia, stando alle statistiche, prima di un secolo e allora ”Cibus è Italia – Il padiglione Expo Federalimentare” a Expo Milano 2015 non dovrà solo fornire ai milioni di visitatori stranieri una panoramica esaustiva del food made in Italy, ma anche dare il segnale che l’Italia sta uscendo dall’impasse recessiva. Se ne è detta convinta l’industria alimentare che, per voce del presidente di Federalimentare Filippo Ferrua, ha sottolineato come l’appuntamento ”darà una spinta propulsiva al Paese per uscire dalla crisi”. La grande tradizione gastronomica nazionale, da maggio a ottobre del 2015, si racconta attraverso 200 aziende chiave del settore agroalimentare, con i loro 1.000 marchi, in un padiglione di 5.000 mq. Questo il profilo di “Cibus è Italia – Il padiglione Expo Federalimentare”, il padiglione dell’industria alimentare italiana ad Expo 2015 presentato oggi a Roma, al ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. E’ ”frutto di un investimento di 15 milioni di euro, quasi esclusivamente raccolti da privati” ha precisato Antonio Cellie, ceo di Fiere di Parma, nel sottolineare che la struttura progettata con grande attenzione all’ecosostenibilità a fine Expo sarà smontata e portata nella cittadella fieristica di Parma dove diventerà la sede della Borsa merci agroalimentare. ”Ad Expo – ha detto il ministro Martina – vogliamo rappresentare la grandezza del patrimonio agroalimentare italiano che vanta una storia, una qualità e una ricchezza straordinarie, frutto del profondo legame con tutti i territori”. Il padiglione è stato realizzato da Federalimentare (l’Associazione confindustriale composta da oltre 6.000 imprese alimentari) e da Fiere di Parma con il decisivo contributo del Mipaaf ed attende non solo i milioni di visitatori dell’Esposizione Universale, ma anche oltre 2.000 operatori professionali da tutto il mondo, le cui visite sono già pianificate. ”Stiamo realizzando – ha detto Riccardo Monti, presidente dell’Ice – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – il più colossale incoming di buyer e operatori esteri di tutti i tempi. Abbiamo sei mesi di tempo per presentarci al mondo e vogliamo coinvolgere in questa grande promozione, nel corso delle 24 settimane di Expo, tutte le regioni d’Italia”. E una piattaforma on-line, sviluppata in collaborazione con eBay, consentirà ai visitatori di acquistare i prodotti esposti durante e dopo Expo. (di Alessandra Moneti – ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.