Expo: Enea presenta la prima Fattoria Verticale italiana

Vertical FarmInaugurata a Expo la prima Vertical Farm italiana. Realizzata dall’Enea, l’Agenzia per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, è una serra verticale alta quasi 5 metri nella quale si sperimenta l’agricoltura del futuro, l’agricoltura 3.0: zero pesticidi, zero km., zero consumo di suolo. Le piante (lattuga e basilico) sono coltivate su più strati, in cubetti di torba pressata immersi in acqua con soluzioni a riciclo continuo (sistema idroponico), l’illuminazione è con LED ad alta efficienza che riproducono il ciclo della fotosintesi clorofilliana. La produzione è praticamente doppia rispetto alle colture tradizionali: per l’insalata, ad esempio, si passa da 6 a 14 cicli di raccolta/anno per ogni piano, con un risparmio del 95% di acqua (2 soli litri per un 1kg di lattuga contro i 40-45 litri/kg in un campo ‘tradizionale’). La Vertical Farm è l’emblema delle tecnologie per l’agricoltura del futuro, alle quali si lavora in Italia nei nove Centri Enea. Fra le innovazioni per l’agricoltura, i bioinsetticidi, i sensori per scoprire l’adulterazione dei prodotti alimentari, i processi per il recupero di sostanze utili dalle acque di scarico, le tecnologie per la tracciabilità degli alimenti, lo sviluppo dell’agricoltura di precisione (anche utilizzando droni e satelliti) per coltivare con meno acqua. Nell’inaugurare la prima Vertical Farm, Enea ha anche presentato una campagna ‘anti-sprechi. Come prime iniziative, prevede un accordo con Caritas Ambrosiana e Coop Italia per l’utilizzo dei prodotti della Fattoria Verticale nel nuovo Refettorio ambrosiano e l’avvio del progetto ‘Forchetta intelligente’ per sensibilizzare gli scolari delle elementari sul legame tra cibo, ambiente ed energia. “Queste iniziative vogliono essere il simbolo della capacità di Enea di affrontare problemi complessi in modo globale, lavorando sull’eccellenza per rendere disponibili soluzioni avanzate”, ha spiegato il Commissario Enea, Federico Testa. La Vertical Farm è stata realizzata con il contributo di un pool di imprese. La Vertical Farm vuole richiamare l’attenzione sulle tecnologie innovative in cinque settori strategici: suolo, acqua, energia, agricoltura sostenibile e sicurezza alimentare. L’Onu ha proclamato il 2015 ‘Anno internazionale dei suoli’. L’aumento della produzione agricola senza impatti ambientali negativi e senza coltivare più terra” è uno degli obiettivi della ricerca Enea. Ad esempio sviluppando fertilizzanti organici che vengono estratti da piante o da scarti animali e consentono di aumentare la ritenzione idrica dei suoli e di ridurre l’irrigazione. Circa il 70% delle risorse idriche del Pianeta vengono utilizzate per colture ed allevamenti, con punte del 95% in alcuni paesi in via di sviluppo. L’Italia è tra i Paesi europei che fanno maggior ricorso all’irrigazione per la produzione agricola: 11 miliardi di metri cubi per coltivare 2,4 milioni di ettari (dati Istat). La tecnologia può contribuire all’uso sostenibile dell’acqua: nella Vertical Farm si ottiene 1kg di lattuga con soli 2 litri di acqua contro i 40-45 litri/kg in pieno campo (95% di risparmio).(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.