Expo: Federalimentare, vetrina per portare export a 50 mld

Cibus è Italia_logo

Negli ultimi dieci anni le esportazioni dell’industria agroalimentare italiana sono cresciute ad una velocità doppia rispetto al totale dell’export italiano, raggiungendo i 34 miliardi di euro nel 2014 con una crescita del 2,7% rispetto al 2013. Si tratta di “un risultato non trascurabile in un anno come quello passato, ma vogliamo essere più ambiziosi: prevediamo nel 2015 di crescere del 5-6% e soprattutto vogliamo raggiungere l’obiettivo di arrivare in un decennio a 50 miliardi di export. E’ possibile perché c’è una domanda di food and beverage italiano in tutte le aree del mondo che cresce in maniera esponenziale”. E’ quanto mette in evidenza il presidente di Federalimentare , Luigi Scordamaglia, in occasione della presentazione del padiglione “CibusèItalia”. Expo 2015 rappresenta “un’occasione unica per presentare i nostri prodotti e il modello italiano a migliaia di visitatori e operatori”, sottolinea Federalimentare, spiegando che sebbene oggi su “un’impresa su due, delle 54.000 italiane, produca anche per i mercati esteri, l’Italia resta indietro rispetto ai competior europei, Germania in testa”. Per aumentare le esportazioni italiane, sottolinea Scordamaglia, “è necessario fare sistema, imprese e governo, ridurre la polverizzazione e il nanismo delle imprese, sviluppare piattaforme distributive all’estero e contrastare le barriere non tariffarie pretestuose e la contraffazione”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.