Expo: un concorso nelle scuole per l’educazione alimentare


L’Expo 2015 di Milano prova a portare negli asili e nelle scuole elementari italiane l’educazione alimentare. Lo fa con il concorso a premi “Best food generation” che si propone l’obiettivo di coinvolgere 8 mila istituti e oltre 60 mila alunni nei quattro anni che mancano all’inizio della kermesse interazionale. Ogni classe che aderirà al progetto e che sarà ribattezzata per l’occasione “Tribù dell’Expo” dovrà presentare ogni anno un lavoro di gruppo creativo, possibilmente multidisciplinare, dedicato ai corretti stili di vita e a un’alimentazione sana e sostenibile. Alla fine di ogni anno scolastico il progetto migliore riceverà un premio per poi essere illustrato al mondo durante i sei mesi dell’esposizione universale, dedicata non a caso alla nutrizione e alla lotta contro la fame. “L’educazione alimentare è oggi indispensabile per vivere”, ha detto il nutrizionista Michele Carruba, uno dei capofila dell’iniziativa. Il concorso sostenuto da Bolton, multinazionale alimentare nota per la commercializzazione del tonno in scatola, ha scelto come target le nuove generazioni visto che in Italia un bambino su tre soffre di obesità e, secondo i più recenti studi, corre un alto rischio di restarlo anche in età adulta. Non solo: senza una svolta nelle abitudini alimentari dei più piccoli, nel 2025 il fenomeno dell’obesità infantile potrebbe subire un incremento di oltre il 200%.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.